CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


1 agosto 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Vasto   Ambiente 08/07

Tanfo nauseante da Fosso Marino, turisti protestano. In azione autospurgo e sommozzatori

Area interdetta. Menna: "Sospettiamo ci siano scarichi privati nel canale"

Vasto Marina. Autospurgo stamani in lungomare CordellaDa Fosso Marino il fetore si spande e i turisti protestano. Il caldo opprimente di oggi non fa che rendere ancor più sgradevole il tanfo che arriva dal canale che si trova a sud del pontile di Vasto Marina. Ufficialmente, scolo delle acque bianche. In realtà, palude puzzolente che nei giorni scorsi è stata delimitata col nastro bianco e rosso perché nessuno si avvicini. Di qui le segnalazioni arrivate a Zonalocale da persone che stamattina hanno cercato refrigerio al mare e, su un tratto di arenile, hanno trovato anche la puzza. 

Lamentele che sono arrivate in municipio. "Stamattina i tecnici della Sasi (la società che gestisce acqua potabile e fogne in provincia di Chieti, n.d.r.) e di un'impresa specializzata hanno svolto un sopralluogo", dice il sindaco, Francesco Menna, che nei giorni scorsi ha firmato un'ordinanza di interdizione dell'area alla foce dello scarico. "Due addetti, con maschere e bombole d'ossigeno, si sono immersi nell'acqua del Fosso per controllare".

Sul lungomare, nella tarda mattinata, un autospurgo ha risucchiato il contenuto di un tombino all'altezza di Fosso Marino.

"Sospettiamo ci sia qualche scarico privato illecito", dice Menna. Se così fosse, sarebbe lo stesso problema di una decina di anni fa. Il guaio che ha tolto a Vasto Marina la Bandiera blu per nove anni di fila. 

Guarda le foto

di Michele D’Annunzio (m.dannunzio@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 
 
 
 
 

Chiudi
Chiudi