Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


17 settembre 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Al via ieri sera "Comunità e territorio": il tema dell’adozione al centro del primo dibattito

Di Fabio e Scalera presentano il progetto "Il bambino che ci aspetta"

Si è svolto ieri a Monteodorisio, nella splendida cornice della Corte del Castello, il primo incontro del ciclo "Comunità e territorio" organizzato dal coordinamento di Fratelli d'Italia del medio-alto Vastese. L'incontro, moderato dal capogruppo di FdI a Vasto, Vincenzo Suriani, ha visto la presenza del presidente del consiglio comunale di Cupello, Filippo d'Angelo, del sindaco di Monteodorisio, Catia Di Fabio e dell'avvocato Monia Scalera, commissario della commissione adozioni internazionali presso la presidenza del consiglio dei ministri.

"Al centro del dibattito – si legge nel comunicato degli organizzatori - le adozioni, con particolare riguardo alle problematiche che le giovani coppie affrontano durante l'iter burocratico, nonché quelli riguardanti l'inserimento dei bambini nelle famiglie e nell'ambiente scolastico. La sindaca Di Fabio e l'avvocato Scalera hanno anche illustrato il progetto 'Il bambino che ci aspetta', proposto dai Comuni dell'ambito distrettuale Ecad 14 dove Monteodorisio sarà il comune capofila".

Ad esprimere "soddisfazione per la riuscita dell'evento", i coordinatori di FdI, Francesco Prospero e Agostino di Santo, che hanno rimarcato "l'importanza di portare questi importanti dibattiti sui territori dove, amministratori dei piccoli comuni e cittadini, vengono sempre più lasciati soli dalla politica che si ricorda di loro solo nel periodo elettorale. FdI, invece, è sempre presente e si impegna per dare risposte alle istanze dei territori".

Guarda le foto

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 

Annunci di Lavoro

     
     
     
     
     
     
     

    Chiudi
    Chiudi