CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


4 agosto 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Variante SS 16, Magnacca scrive all’Anas: "Si sta perdendo tempo a danno del Vastese"

La sindaca e il presidente Spadano chiedono lumi "sull’iter burocratico" dell’opera

Una delle possibili varianti, via BuonanotteFa ancora discutere la variante alla Statale 16. A tornare sull'argomento, nei primi giorni della stagione estiva la sindaca di San Salvo, Tiziana Magnacca, e il presidente del consiglio comunale Eugenio Spadano, autori di una lettera inviata all'Anas.

"La viabilità nel Vastese deve tornare a essere al primo posto – afferma la sindaca - assieme al lavoro e alla sanità, nell'agenda delle priorità. Ad esempio si sta perdendo tempo, a tutto danno di questo territorio, sulla variante della Statale 16. Un'opera di grande valore strutturale per il nostro Comune e per l'intero territorio. Oggi ho scritto nuovamente all'Anas per ricordare che sono state prospettate soluzioni progettuali praticabili, anche a seguito del confronto con il Comune di Vasto, ma tutto è fermo e si rischiano di perdere 87 milioni di euro già disponibili".

"Abbiamo chiesto all'Anas – sottolinea - a che punto si trova l'iter burocratico della suddetta variante in quanto si evidenzia la necessità di procedere in maniera spedita per la sicurezza delle nostre comunità e per una infrastruttura adeguata al ventunesimo secolo. È stata ribadita la necessità e l'urgenza di dotare questo territorio della variante della statale 16 per ridurre l'impatto del traffico che attualmente vi insiste. Gli automobilisti non riescono a comprendere quali siano gli impedimenti che causano ritardi nel prendere una definitiva decisione sul tratto che dovrà essere disegnato per realizzare il nuovo tracciato stradale".

"Dobbiamo accelerare decisioni e atti conseguenti – ribadisce la Magnacca – altrimenti corriamo il rischio di restare agganciati a una locomotiva che viaggia a carbone mentre oramai si viaggia con l'alta velocità nel resto d'Italia e in Europa". Secondo la sindaca è necessario che l'attuale sede della Statale "diventi un percorso di mobilità lenta che consenta ancor di più il raccordo fra le due città, San Salvo e Vasto, per costruire una sola realtà".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 
 
 
 
 

Chiudi
Chiudi