CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


6 agosto 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Vasto   Cronaca 16/06

Video di violenze a Vasto Marina, indagano i carabinieri: responsabili identificati

Filmati choc diventano virali. Menna: "Daspo urbano per i responsabili"

Indagano i carabinieri su una serie di episodi di violenza tra giovanissimi e di danneggiamenti avvenuti di recente a Vasto Marina. Sono diventati virali i video, diffusi su social network e app di messaggistica istantanea, in cui si vedono ragazzi (alcuni dei quali probabilmente neanche maggiorenni) che si accapigliano o compiono atti di vandalismo, non solo di notte.

I militari della Compagnia di Vasto, agli ordini del maggiore Amedeo Consales, hanno identificato tutte le persone coinvolte e stanno svolgendo gli ultimi accertamenti che precedono i provvedimenti. 

"Questi video sono in mano alle forze dell'ordine, agli inquirenti", dice in un video pubblicato sulla sua pagina Facebook il sindaco, Francesco Menna, che avverte: "C'è un sistema di videosorveglianza operante, che registra e manda immagini a chi di dovere". "Sono stati individuati alcuni ragazzi, sono stati rinviati a giudizio, sono stati formulati dei Daspo urbani".

Il Daspo urbano - E' il provvedimento che comporta il divieto di accesso "agli esercizi pubblici e ai locali di pubblico trattenimento" e il divieto di stazionamento nelle vicinanze. Può scattare nei confronti di coloro che "abbiano riportato una o più denunce o condannate anche con sentenza non definitiva nel corso degli ultimi tre anni per la vendita o la cessione di sostanze stupefacenti o psicotrope" oppure "per fatti commessi all’interno o nelle immediate vicinanze di scuole, plessi scolastici, sedi universitarie, locali pubblici o aperti al pubblico". La violazione è punibile con la reclusione da sei mesi a due anni e con la multa da ottomila a ventimila euro. Si tratta di misura introdotta dopo l'assassinio di Willy Monteiro Duarte a Colleferro.

I precedenti - Nelle scorse settimane sono stati arrestati quattro giovani in due distinte serate. Dopo la convalida degli arresti, sono tornati in libertà in attesa del giudizio, fissato per il 30 giugno. Sono accusati di oltraggio e lesioni a pubblico ufficiale per aver aggredito le forze dell'ordine intervenute a sedare delle risse. 

Le reazioni - "Una birra, due birre nessuno dice che non vadano bevute, ma fare abuso di alcol crea danni irreparabili alla psiche, alla condotta, al fegato", commenta Menna , che invita i testimoni a inviargli "immagini anonime, che segnalerò subito alle forze dell'ordine".

Intanto Angela Pennetta annuncia per sabato sera un flash mob contro la violenza a Vasto Marina [LEGGI].

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 
 
 
 
 

Chiudi
Chiudi