Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


21 giugno 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Casalbordino, via libera al Piano spiaggia: "Turismo e ambiente possono convivere"

Sulle scogliere a pennello passerelle e piazzole per aperitivi

Casalbordino LidoTutela ambientale a nord, sviluppo turistico a sud. Due vocazioni differenti, ma che devono integrarsi: questo è l'obiettivo del nuovo Piano spiaggia di Casalbordino. Con i voti della sola maggioranza di centrodestra, il documento urbanistico ha avuto il via libera definitivo dal Consiglio comunale. 

"Accogliendo alcune osservazioni della Soprintendenza archeologia, belle arti e paesaggio d'Abruzzo, abbiamo approvato un Piano del demanio marittimo che che raccoglie la sfida di pianificare, per il lungomare, un futuro a due diverse vocazioni, una commerciale l'altra naturalistica, facendo convivere le due peculiarità", afferma l'assessora all'Urbanistica, Carla Zinni. "Saranno, infatti consentite strutture a basso impatto ambientale. Abbiamo istituito in via definitiva l'area per la piccola pesca in cui si potrà anche vendere il pesce fresco, e la spiaggia per cani".

Concessioni balneari - "A nord di via Alessandrini - spiega Zinni - sono previste tre concessioni a ombreggio, quindi solo ombrelloni senza strutture. Invece a sud, sul lato di via Bachelet, sono previsti due ombreggi, la spiaggia per cani e due concessioni fisse, ma con strutture in legno, facilmente rimovibili. Con il nuovo Piano, diamo la possibilità di attrezzare i pennelli con passerelle in legno e piccole piazze con tavolini e strutture aperte per aperitivi. Inoltre, a nord confermiamo l'area polifunzionale per attività sportive e di svago".

Il sindaco, Filippo Marinucci, esprime "soddisfazione di aver portato a compimento questo punto programmatico molto atteso da tutta la cittadinanza. Il Piano demaniale che è stato attentamente vagliato dagli enti sovracomunali, dalla Soprintendenza che diverse volte ha puntualizzato una serie di aspetti. La quota di spiaggia libera è sempre abbondantemente oltre i limiti di norma, addirittura rappresenta più del 40 per cento dell'estensione complessiva dell'arenile, di cui abbiamo cercato di valorizzare anche la parte ciottolosa e non solo quella sabbiosa. L'obiettivo è incrementare le presenze turistiche".

Problema erosione - "I lavori sul litorale nord -spiega Marinucci - inizieranno a settembre. Sono stati finanziati da Regione, fondi Fas e Masterplan. Ma i fondi sono insufficienti, mi aspettavo da parte della Regione una maggiore considerazione del problema erosivo, perché Casalbordino ha bisogno di proteggere le attività commerciali del litorale. Per Casalbordino sono stati erogati solo 250mila euro, il comune con più erosione è stato quello trattato peggio. Sarebbero serviti 5 milioni di euro, invece il totale dei finanziamenti ricevuti è di appena un milione 250mila euro".

di Michele D’Annunzio (m.dannunzio@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 
 
 
 
 
 

Necrologi


    Chiudi
    Chiudi