Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


24 giugno 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Vasto   Attualità 31/05

La chiesa di Sant’Antonio torna all’antico splendore: la cerimonia di riapertura

I lavori sono costati 350mila euro. Servono altri soldi per completarli

La facciata è luminosa, la parete est finalmente pulita, il tetto nuovo. Torna a splendere la chiesa di Sant'Antonio a Vasto. Il parroco, don Gianfranco Travaglini, ha celebrato ieri la messa della riapertura del tempio che spicca sulla balconata panoramica di via Adriatica.

I lavori sono costati complessivamente 350mila euro, di cui 226mila finanziati dalla Conferenza episcopale italiana attraverso l'otto per mille, 50mila erogati dalla Regione Abruzzo e gli altri 74mila a carico della parrocchia. Hanno riguardato nuova copertura, cerchiatura sismica, ripresa della muratura del sottotetto, consolidamento e stiratura del paramento esterno, consolidamento del campanile e rimozione delle antenne della vecchia Trsp radiotelevisione.

"Insieme al contributo dei fedeli - spiega il parroco - si stanno portando avanti anche il restauro delle due restanti facciate su largo Crispi e via Sant'Antonio". Quindi l'appello: "La parrocchia, non riuscendo a far fronte nella sua interessa alle maggiori spese, chiede a voi fedeli di sostenerla nel progetto di compimento del restauro delle facciate restanti, riuscendo a restituirvi al più presto la bellezza della parrocchia di San Pietro in Sant'Antonio".

Guarda il video

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 
 
 
 
 
 

Chiudi
Chiudi