CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


16 giugno 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Torrebruna   Ambiente 17/05

Taglio di alberi non autorizzato, indagati due uomini: rischiano arresto e multe fino a 51mila euro

Operazione dei carabinieri forestali

Continuano le attività di controllo dei carabinieri forestali che, a Torrebruna, in località "Bosco Pescara", hanno accertato il taglio a raso di quattro ettari di bosco di alto fusto di latifoglie, in assenza delle necessarie autorizzazioni. Il "sequestro preventivo di due aree, di 9000 e di 3600 metri quadri, dove sono stati rinvenuti rispettivamente 250 quintali e 60 quintali di legna depezzata", è quanto disposto in seguito all'operazione dei militari del Nucleo Investigativo di polizia ambientale agroalimentare e forestale (Nipaaf) e delle Stazioni carabinieri forestale di Atessa, Villa Santa Maria e Fara Filiorum Petri.

Ai due indagati è stata contestata la violazione dell'art 181 del D.lgs 42/2004, lavori su beni paesaggistici in assenza di autorizzazione, che prevede l'arresto fino a due anni e l'ammenda da 15.493 a 51.645 euro. È inoltre in corso di quantificazione l'ammontare delle sanzioni amministrative per le violazioni alla legge regionale Abruzzo n. 3/2014.

"La complessa attività di polizia giudiziaria – spiega il comandante dei carabinieri forestali, Tiziana Altea - ha richiesto il coinvolgimento di numerosi militari, in ragione dell'estensione delle aree interessate dal taglio e della orografia del terreno. I due indagati, il responsabile del cantiere e il proprietario dei terreni, avevano esteso il taglio a porzioni di bosco di latifoglie, a prevalenza di roverella e orniello, poco visibili e difficilmente raggiungibili. Le attività tecniche di repertazione, operate con l'ausilio di un drone fornito dal Comune di Atessa – sottolinea - hanno consentito di avere un quadro di insieme da cui è emerso visivamente lo scempio perpetrato ai danni dell'ambiente. Il taglio raso e qualunque intervento di taglio non autorizzato possono incidere profondamente sulla delicata realtà ecosistemica che il bosco rappresenta".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 
 
 
 
 
 

Chiudi
Chiudi