Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


15 giugno 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Mancano le dosi, centro vaccinale di San Salvo chiuso da 4 giorni

Domani vaccinazioni con dosi Pfizer per over 70

Freno a mano tirato al centro vaccinale di San Salvo Marina dove da quattro giorni non si effettuano inoculazioni. Il motivo è il mancato invio di dosi da parte della Asl Lanciano Vasto Chieti. L'ultimo giorno in cui il palazzetto dello sport di via Magellano è stato operativo è mercoledì 12 maggio.

Nell'intento dell'azienda sanitaria, il centro sansalvese avrebbe dovuto vaccinare tra le 200 e 360 persone al giorno, ma raramente le tre linee hanno lavorato a regime a causa dell'assenza di medici. 

Il 6 maggio scorso, giorno dell'open day AstraZeneca, il centro sansalvese ha dimostrato di poter assolvere al meglio al compito vaccinando oltre 350 persone. 
"Un peccato – commenta l'assessore Tony Faga che dall'apertura del centro è in prima linea nel supporto alle operazioni di registrazione – Speriamo nell'arrivo delle dosi necessarie perché siamo in grado di vaccinare oltre 300 persone al giorno".

Domani il palazetto dovrebbe riaprire i battenti almeno per gli over 70: la Asl ha messo a disposizione 10mila dosi dello Pfizer per gli ultra 70enni non ancora vaccinati da spalmare dal 17 al 20 maggio nei centri di Vasto, Chieti, Lanciano, Guardiagrele, Ortona, Casoli, Paglieta, Francavilla e Atessa. "Condizione necessaria per accedere è l’iscrizione sulla piattaforma Poste – spiega la Asl – che offrirà vasta scelta di posti a disposizione spalmati su un numero di punti vaccinali talmente ampio e dislocati in tutto il territorio del Chietino a la provincia da agevolare gli utenti in qualunque luogo di residenza".

di Antonino Dolce (a.dolce@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 
 
 
 
 
 

Necrologi


    Chiudi
    Chiudi