CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


18 giugno 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Vasto   Ambiente 15/05

"Via verde, due milioni di euro del ministero inutilizzati da sei anni dal Comune di Vasto"

Il caso - Laudazi: tre problemi ancora da risolvere prima di finire la ciclovia

Vasto. Cantiere della Via verde sulla costa di CasarzaTre problemi da affrotnare per concludere la Via verde: Punta Aderci, Punta Penna e Vasto Marina. Li individua Edmondo Laudazi, candidato sindaco a Vasto per la lista civica Il Nuovo Faro. Dopo quattro anni di rinvii e lavori a rilento, l'amministrazione provinciale ha fornito una scadenza. La pista ciclopedonale da 42 chilometri sarà aperta entro il 30 giugno. 

Primo problema: il percorso interno all'area protetta. "La tratta che dal confine di Casalbordino attraversa la Riserva regionale di Punta Aderci è stata realizzata in parte sul vecchio tracciato ferroviario dismesso e in parte sulla viabilità rurale esistente, scegliendo una pavimentazione delicata, brecciata e non conglomerata per ragioni ambientali", "utilizzata in promiscuo con le biciclette dai mezzi agricoli, dalle vetture" e "dalle attività ippiche di un esistente maneggio, risultando di consistenza fragile, di larghezza insufficiente e pericolosa".

Seconda questione: passaggio a Punta Penna. Modificato l'iniziale progetto, che prevedeva il passaggio nella zona industriale, con quello che Laudazi definisce "miscuglio assurdo di biciclette e di camion", ora "non risultano coperti i relativi costi della indispensabile, ulteriore variante. Persino due milioni di euro, concessi dal ministero dell'Ambiente al Comune di Vasto, non sono stati ancora assurdamente utilizzati per fare interventi a sostegno del tracciato e dormono da circa sei anni".

Terzo problema: Vasto Marina. Sulla riviera, "insieme alle biciclette - fa notare Laudazi - passano migliaia di persone a piedi che vivono a cavallo della statale 16 e che attraversano la ciclovia per andare al prospiciente arenile passando nella Riserva naturale di Marina di Vasto".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 
 
 
 
 
 

Chiudi
Chiudi