Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


23 giugno 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Vasto   Sport 14/05

Oggi arriva il Giro d’Italia: statale 16 chiusa al traffico per il passaggio della corsa

Gli orari di stop alla circolazione sull’Adriatica

Partirà alle 12.50 da Notaresco la 7ª tappa del Giro d'Italia 2021 che, dopo aver attraversato una parte interna dell'Abruzzo e la Costa dei Trabocchi, arriverà a Termoli.

In particolare, lungo la costa, il Giro transiterà sulla statale 16 Adriatica, sin da Ortona. Sullo stesso percorso, precedendo la competizione agonistica, transiteranno anche i partecipanti al Giro-E, che si muovono con bici a pedalata assistita [LEGGI].

Per questo, nei tratti interessati dall'evento, come da disposizione della Prefettura, sarà necessario chiudere al traffico di tutti i mezzi le strade coinvolte. A seconda della media della corsa, il giro transiterà a Ortona tra le 15.27 e le 15.42, quindi quel tratto di ss16 sarà chiuso al traffico sin da poco prima le 13, provvedimento che riguarderà tutto il tratto verso sud (fino al completo passaggio della corsa, come da cronotabella [CLICCA QUI]). Misura di chiusura rafforzata a Fossacesia, dove la carovana transiterà sul lungomare. Qui lo stop alla circolazione dei mezzi, secondo quanto disposto dal sindaco, sarà data alle 12.

Dallo svincolo di Vasto Nord a San Salvo Marina il blocco della statale 16 entrerà in vigore dalle 13.30 fino allle 17 circa, quando saranno transitati tutti i ciclisti e i numerosi mezzi che seguono la corsa. Nel tratto urbano di statale 16 a Vasto, tra località Trave e località Buonanotte, come da comunicazione dell'amministrazione comunale, la chiusura della SS 16 scatterà già dalle 13

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 
 
 
 
 
 

Chiudi
Chiudi