Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


21 settembre 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Vasto   Cronaca 12/05

Nei campi o negli altri luoghi di lavoro: aumentano le morti bianche in Abruzzo

In due settimane due vittime nelle campagne del Vastese

Gissi, contrada Macchie: il luogo dell'incidente agricolo di ieri pomeriggioNei giorni in cui si discute di sicurezza sul lavoro per gli incidenti avvenuti in tutta Italia, la provincia di Chieti piange la seconda vittima nel giro di poco più di due settimane. Ieri ha perso la vita Nicola Di Marco. Aveva 79 anni. Era di San Salvo, ma si trovava a Gissi per dissodare la sua campagna. La motozzappa gli ha causato ferite che sono state fatali. Oggi pomeriggio, nella chiesa di San Giuseppe a San Salvo, l'ultimo saluto.

Il 25 aprile aveva perso la vita un uomo di 59 anni, Gabriele Iezzi, dipendente della Sevel: il trattore si era ribaltato sul bordo di una scarpata in contrada Defenza. 

Il lavoro nei campi, sempre meno redditizio, rimane a rischio. Come restano a rischio, più in generale, tutti i lavori manuali. Lo testimoniano i dati dell'Inail: in Italia le morti sul lavoro hanno fatto registrare, nel primo trimestre del 2021 un +11,4 per cento rispetto allo stesso periodo del 2020. I numeri riguardanti il periodo gennaio-marzo dicono che l'Abruzzo è al secondo posto a livello nazionale. Un dato tutt'altro che invidiabile.

Le regioni che presentano l’aumento più consistente di morti sul lavoro sono il Lazio (+12 casi), l’Abruzzo (+8), la Lombardia (+6) e la Campania (+5), quelle con il maggior decremento Sicilia (-7 casi), Piemonte e Puglia (-4 decessi per entrambe). 

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 

Annunci di Lavoro

     
     
     
     
     
     
     
     
     

    Chiudi
    Chiudi