Time Out - Quale ripresa per il Vastese CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


18 giugno 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

AssoVasto scrive al presidente Arap: "Reinvestire qui i 3,7 milioni di euro"

Grassi scrive a Savini

Il cantiere AmazonAnche AssoVasto chiede all'Arap di reinvestire i 3,7 milioni di euro della vendita dell'autoporto di San Salvo nel territorio. L'associazione degli industriali si inserisce nel dibattito che da oltre sei mesi si è sviluppato intorno alla vendita di quell'ampia porzione di terreni sui quali sorgerà il grande centro logistico di Amazon.

Il presidente dell'associazione, Alessandro Grassi, scrive a Giuseppe Savini (presidente dell'Arap) reclamando maggiore attenzione per una zona industriale interessata da diverse criticità.

"Quell’area, strategica per il territorio, ideata e finanziata con fondi pubblici ora è stata ceduta per circa 3,7 milioni di euro che hanno accresciuto le casse finanziarie dell’Arap. 
Mi preme rappresentarLe che noi imprenditori del Vastese abbiamo già pagato il prezzo dell’accorpamento dei consorzi industriali: ricorderà bene che il Coasiv vantava un forte attivo di bilancio che è andato a ripianare i debiti di altre aree industriali abruzzesi con l’assordante silenzio di tanti attori coinvolti nell’operazione. 

Non possiamo oggi, presentarci come area industriale competitiva ed all’avanguardia e poi avere evidenti lacune come buche nell’asfalto, illuminazione carente quando non addirittura inesistente, erba rigogliosa che se non fosse per gli imprenditori o per i Comuni stressati da noi stessi non sarebbe mai sfalciata. 
Per non parlare del problema dell’approvvigionamento idrico, della doppia imposizione (Comune/Arap) sui canoni consortili e della Via Verde, tematiche su cui occorrerebbe un tavolo di concertazione constante. 

Spero, anzi, Le chiedo che l’introito frutto della vendita dell’autoporto venga utilizzato totalmente per le nostre aree industriali, per migliorare i servizi che facciamo fatica ad individuare o, in estrema ratio, per ridurre i canoni che le nostre imprese annualmente subiscono. 

Non vorremmo, ancora una volta, trovarci davanti all’ennesima distrazione di risorse del nostro territorio che probabilmente andranno a colmare mancanze gestionali di altre aree".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 
 
 
 
 
 

Necrologi


    Chiudi
    Chiudi