Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


24 giugno 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Vasto   Attualità 11/05

Gli ospiti della Rsa possono sentire l’affetto dei loro cari: da domani la stanza degli abbracci

La donazione della Cgil alla Rsa Padre Alberto Mileno

La locandina dell'iniziativaUna stanza per consentire agli ospiti della Fondazione Padre Alberto Mileno Onlus di riabbracciare i loro cari dopo tanti mesi. L'ha donata la Cgil alla Rsa di Vasto Marina. La stanza degli abbracci sarà inaugurata domani, mercoledì 12 maggio, alle 15. Parteciperanno il segretario regionale dello Spi Cgil, Antonio Iovito, i segretari provinciali Spi Cgil e Fp Cgil, Alessia Antenucci e Giuseppe Rucci, la rappresentanza sindacale aziendale, il direttore della Fondazione Mileno, padre Franco Berti, e il sindaco di Vasto, Francesco Menna. 

Decreto Rsa - L'8 maggio il ministro della Salute, Roberto Speranza, ha firmato l'ordinanza che consente la riapertura delle visite rispettando alcune norme di sicurezza: sarà necessario il green pass che certifichi il completamento del ciclo vaccinale, oppure aver eseguito nelle 48 ore precedenti un tampone con risultato negativo; non più di due persone potranno fare visita a un singolo ospite, ma dovranno comunque mantenere il distanziamento interpersonale di almeno un metro.

Stanza degli abbracci - Intanto l'iniziativa della Cgil consentirà a tutti l'accesso in sicurezza alla struttura di viale. "Ripartiamo dagli abbracci": è lo slogan dell'iniziativa. La pandemia di Covid-19 ha spesso tenuto gli ospiti delle residenze sanitarie assistenziali lontani dai propri familiari. 

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 
 
 
 
 
 

Chiudi
Chiudi