Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


19 giugno 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Vasto   Ambiente 08/05

"È stato uno shooting fotografico autorizzato. Accesso all’area dunale? Segnaliamo alle autorità"

La replica dell’assessora all’Ambiente, Paola Cianci

Paola Cianci "Faremo una segnalazione alle autorità competenti. Faremo presente a chi di dovere che c'è stata una violazione". Così Paola Cianci, assessora all'Ambiente del Comune di Vasto, risponde alle critiche di Avanti Vasto, secondo cui il set allestito di recente nella Riserva naturale di Punta Aderci nulla avrebbe a che vedere con la tutela ambientale di un'area protetta.

"Era uno shooting fotografico", dice Cianci a Zonalocale. "La relativa proposta è stata vagliata dal comitato di gestione della Riserva, che l'ha approvata con queste prescrizioni: divieto d'accesso dei mezzi in spiaggia, quindi materiale trasportato esclusivamente a mano; non usare l'area dunale per gli allestimenti né per realizzare il servizio. Riguardo alla foto scattata nell'area dunale, va precisato che gli sposi vi hanno acceduto a piedi e non con i mezzi. Detto questo, è stata violata una delle prescrizioni, quindi faremo una segnalazione alle autorità competenti. Faremo presente a chi di dovere che c'è stata una violazione. Per il resto, non è vero che sono stati utilizzati gruppi elettrogeni, ma solo luci a led. Abbiamo scritto chiaramente - precisa Paola Cianci - che non si potranno celebrare matrimoni nella Riserva naturale di Punta Aderci. Quindi ciò che lì si può fare è promuovere genericamente il matrimonio in spiaggia e non il matrimonio sulla spiaggia di Punta Penna". 

di Michele D’Annunzio (m.dannunzio@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 
 
 
 
 
 

Chiudi
Chiudi