CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


29 luglio 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Vasto   Cultura 26/04

Riprende l’apertura al pubblico dei musei di Palazzo D’Avalos

Il calendario delle aperture fino al 15 giugno

Con il passaggio dell'Abruzzo in zona gialla tornano a riaprirsi le porte dei Musei di Palazzo d'Avalosa Vasto. Da domani, 27 aprile, fino al 15 giugno saranno aperti al pubblico il martedì, il mercoledì, il giovedì dalle 10.00 alle 12.00 e il venerdì dalle 16.00 alle 19.00.

"In linea con le recenti disposizioni  governative, i musei saranno ora visitabili anche il sabato, la domenica e i giorni festivi dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 16.00 alle 19.00, previa prenotazione che deve essere effettuata almeno il giorno prima", spiegano dalla direzione dei Musei.

I recapiti telefonici per effettuare la prenotazione sono 0873.367773 (in orario di apertura dei musei) e 334.3407240. È possibile prenotare anche tramite mail all’indirizzo palazzodavalos@archeologia.it 

Per accedere ai musei, sarà necessario rispettare regole di comportamento ormai consolidate: rilevamento della temperatura, uso della mascherina, igienizzazione delle mani, rispetto della distanza interpersonale di almeno 1 metro. Sono previsti inoltre percorsi d’ingresso e di uscita differenziati.

Info: Musei Civici di Palazzo d’Avalos, p.zza Lucio Valerio Pudente 5 Vasto (CH) 
Tel 0873.367773 (in orario di apertura) e 334.3407240, palazzodavalos@archeologia.it 
www.museipalazzodavalos.it,  facebook: Palazzo d'Avalos – Meraviglia d'Abruzzo

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 
 
 
 
 
 

Chiudi
Chiudi