Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


15 maggio 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Da porticciolo a centro turistico: 4, 5 milioni per cambiare il volto di San Salvo Marina

Posa della prima pietra: in darsena area eventi, strutture ricettive e di ristoro

San Salvo Marina. Posa della prima pietra dei lavori di valorizzazione del porticciolo turisticoIl porticciolo di San Salvo Marina non sarà più un semplice approdo per diportisti, ma una centro turistico con area eventi, strutture di ristoro e ricettive.

Stamattina la posa della prima pietra dei lavori di riqualificazione da 4 milioni e mezzo di euro, finanziati con capitali privati da Le Marinelle srl, la società che gestisce la doppia darsena sansalvese. A rappresentare l'amministrazione comunale, la sindaca, Tiziana Magnacca, e l'assessore al Turismo, Tonino Marcello. Progettista e coordinatore dei lavori è l'ingegner Nicola Centofanti, il geologo è Giuseppe Giuseppe Ciavatta e il collaudatore l'architetto Eliodoro Mucilli. La fine degli interventi è prevista per il 12 luglio 2022.

L'obiettivo è "trasformare un porto di stanziamento in una piazza a mare", annuncia il presidente della società, Oreste Ciavatta. Con lui il vicepresidente, Valerio Torricella, e il consigliere d'amministrazione Ettore Battista.

"Oggi - è il messaggio che vogliono lanciare nel giorno dell'avvio dei lavori - coroniamo un sogno durato otto lunghi anni". "L'idea nasce nel lontano 2013: trasformare l'originario modello del porto turistico di San Salvo, riconducibile più propriamente a un parcheggio e attracco di barche, in un modello diverso di maggiore vivacità sociale e attrattività turistica qualificabile come piazza sul mare e fattore di rafforzamento e sviluppo dell'intero sistema turistico locale. Dopo un lunghissimo iter burocratico e autorizzatorio", oggi il via alla trasformazione degli spazi circostanti la prima darsena, dove sorgeranno area eventi con piccolo chiosco bar e servizi igienici, trabocco, passerelle a mare, bar self-service, allevamento e vendita mitili, torre di controllo con magazzino, uffici della società, bagni e docce al chiuso, hotel resort con piscina e ristorante. Verrà sistemata anche la zona riservata alla piccola pesca. Tutto con capitali privati, "parliamo di oltre 4 milioni e mezzo di euro di investimenti che, al termine della concessione, verranno acquisiti al patrimonio pubblico della città di San Salvo".

"Siamo consapevoli - commenta Tiziana Magnacca - delle difficoltà burocratiche affrontate, ma ne valeva la pena per sviluppare un'idea di turismo dell'accoglienza. Nella nostra città abbiamo una qualità della vita che ci permette di dire che siamo un posto di grande benessere. Mancano, però, strutture ricettive di portata tale da consentire ai turisti non solo l'arrivo, ma anche la permanenza. Con questa riqualificazione, dopo l'emergenza legata alla pandemia, siamo in grado di rilanciare la nostra città nel turismo abruzzese e, perché no, anche nazionale".

Guarda le foto

di Michele D’Annunzio (m.dannunzio@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 
 
 
 
 
 

Necrologi


    Chiudi
    Chiudi