CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


11 maggio 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Vasto   Politica 21/04

Smargiassi: "Nell’hub vaccinale crolla il numero delle dosi giornaliere, Giunta spieghi perché"

Il consigliere regionale del M5S presenta un’interpellanza

Pietro Smargiassi (M5S)Chiarire le "troppe zone d'ombra" sulla gestione della vaccinazione a Vasto. Lo chiederà Pietro Smargiassi, consigliere regionale del Movimento 5 Stelle, in un'interpellanza, perché "la Giunta ha il dovere di fare chiarezza".

Il rappresentante del M5S vuole sapere "perché dalla prima giornata di vaccinazioni, il 9 aprile, le somministrazioni siano crollate giorno dopo giorno, tanto da essere, a quanto sembra, addirittura inferiori al numero di dosi giornaliere effettivamente disponibili. Oltre all'interpellanza, sono pronto a presentare anche una mozione che impegni la Giunta, con propria delibera, affinché tutte le dosi giornaliere a disposizione vengano utilizzate, somministrandole nel pomeriggio anche a chi si presenta volontariamente fuori dalle liste".

"All'interno dell'hub in questione sono state attrezzate sei aree in cui far confluire i soggetti da vaccinare. Siamo partiti con 948 dosi nella data del 9 aprile, ma il dato giornaliero è diminuito velocemente fino ad arrivare, in alcuni giorni, a sole 240 dosi totali questa settimana e alle 320 della prossima. È difficile comprendere come mai si sia registrato un crollo di questo genere e perché, delle sei linee di vaccinazione predisposte, sembra che ne funzionino, alcuni giorni, solo tre o quattro. Ma è anche da chiarire per quale motivo in alcune giornate le vaccinazioni si siano fermate alle 14.30. Nell'interpellanza chiediamo poi trasparenza per quello che riguarda il personale. Ci è dato sapere che diverse associazioni locali, supportate anche dal Comune di Vasto, avrebbero dato vita a una raccolta fondi per la copertura assicurativa di medici in congedo per consentire loro di fare le somministrazioni. Si tratta di una inspiegabile urgenza di correre ai ripari se si pensa che, da quanto si apprende - afferma Smargiassi - ci sarebbero state ben 80 unità di medici della Asl 02 che hanno dato disponibilità a svolgere il compito".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 
 
 
 
 
 

Chiudi
Chiudi