Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


11 maggio 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

"Vandalizzati i giochi per bambini, se il Comune non li sostituisce ci autotasseremo"

Villetta comunale di via Ciccarone, la colletta

Vasto. I vandali hanno danneggiato i giochi della villetta comunale di via CiccaroneSe il Comune non sostituisce i giochi danneggiati nella villetta comunale Ciccarone, lo faranno i cittadini autotassandosi.

A lanciare la proposta è un lettore di Zonalocale, Giacomo Delle Donne, che racconta: "Alcuni giorni fa, quando la giornata era piacevolmente riscaldata dal sole, ho portato mio figlio nell'area verde di via Ciccarone. Lo scenario che mi si è presentato davanti è ancora più disastroso rispetto ai mesi scorsi. Non capisco perché, nonostante abbia segnalato più volte questa situazione di degrado, anche recandomi direttamente in Comune, a oggi tutto resta come prima. Anzi peggio, sebbene il sindaco abbia confermato la volontà di provvedere alla riqualificazione del parco.

Adesso alle scritte che ricoprono i giochi si aggiunge anche il rischio che i bimbi si facciano male. Alcuni giochi sono stati vandalizzati. Ci sono molte parti appuntite e affilate; inoltre, sulle altalene, le protezioni dagli urti sono ormai inesistenti. Addirittura c'è un gioco totalmente inutilizzabile perché privo di catene, come ormai indicato dalle frecce. Purtroppo, dopo essere stati un anno rinchiusi in casa, i nostri figli torneranno a giocare in un posto brutto e pericoloso. Se il Comune me lo consentirà, cercherò di rimuovere le scritte, mentre per i costi relativi alla sostituzione mi farò un giro nelle aziende per cercare un contributro affinché i giochi possano essere sostituiti".

Guarda le foto

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 
 
 
 
 
 

Chiudi
Chiudi