CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


14 maggio 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Vasto   Politica 14/04

La "scelta condivisa" che non arriva: nel centrodestra ognuno rimane sulle sue posizioni

Verso le elezioni comunali - L’analisi

Vasto. Aula consiliare VennittiIl clima è ancora di attesa. La Lega ha compiuto il primo passo, ma nessuno fa il secondo. Difficile che nello stagno del centrodestra qualcuno getti il sasso prima che si riunisca lo stato maggiore: "Mi è stato garantito che il tavolo regionale si farà a breve", dice Massimiliano Zocaro, coordinatore cittadino di Forza Italia.

Il partito di Berlusconi gioca a carte coperte. Come quasi tutte le forze politiche di un'alleanza frutto di anni di opposizione, ma non granitica perché ognuno, per ora, rimane sulle sue posizioni. In attesa che dall'alto arrivi la designazione. Il pericolo di scontentare tutti è dietro l'angolo: se la scelta calata dai vertici si baserà su una spartizione delle candidature in cui ogni partito piazza la sua bandierina su qualcuno dei comuni al voto, rischia di causare divisioni e tradimenti. I ripetuti ultimatum de Il Nuovo Faro, la lista civica di Edmondo Laudazi, che chiede tempi certi oppure ognuno per la sua strada, evidenziano che la quadra è tutta da trovare.

La Lega ha rotto gli indugi e ufficializzato la candidatura della consigliera comunale Alessandra Cappa, di cui si vociferava da mesi. Anche se il capogruppo in Consiglio comunale, Davide D'Alessandro, ha aggiunto al nome dell'avvocata quello del coordinatore regionale di Fratelli d'Italia, Etelwardo Sigismondi.

Subito si fa strada un altro nome che aleggiava almeno dalla fine dello scorso anno, quello di Piergiorgio Molino. Il presidente di Vivere Vasto Marina, il consorzio che raggruppa i commercianti della riviera, non ha tessere politiche, è un indipendente e tale vuole rimanere mettendo i paletti: superare le logiche di partito e di attuale gestione della città. Una coalizione larga, alternativa all'amministrazione Menna. Ma, al momento, nessuno pare disposto indietreggiare.

Il mantra della scelta condivisa è ricorrente nelle dichiarazioni di tutti. Però, col trascorrere delle settimane, diventa solo un modo per non dire nulla.

di Michele D’Annunzio (m.dannunzio@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 
 
 
 
 
 

Chiudi
Chiudi