Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


11 maggio 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Vasto   Cronaca 12/04

La strada in cui tutto è concesso: via Elba simbolo del degrado

Aree di risulta malsane, residenti esasperati

Vasto Marina, via Elba: la strada del degrado usata come un orinatoioQui sembra che tutto sia concesso. Usare la strada come un bagno pubblico, bivaccare, scaricare rifiuti e drogarsi. Questo è diventata via Elba a Vasto Marina. Sono i residenti a raccontare il degrado. 

Dov'è - Via Elba è la stradina a lato del parcheggio della ex stazione ferroviaria. Consente di collegare via Zara con l'area di risulta da 700 posti auto e di proseguire fino a via Marchesani. 

Degrado e ladri - I residenti sono esasperati. Si sono rivolti a Zonalocale per denunciare pubblicamente quello che vivono ormai ogni sera, soprattutto nei fine settimana quando, in barba alle restrizioni, a Vasto Marina gli assembramenti sono una consuetudine e le zone d'ombra attorno all'antico scalo ferroviario abbandonato offrono spazio all'inciviltà. Il risvolto negativo dell'asporto è che più di qualcuno si sente libero di gettare bottiglie, lattine, carte e cartoni sporchi dove gli pare.

"La strada e la nostra proprietà privata sono diventate un orinatoio", racconta un residente, Lorenzo Padoan. "Lo scorso fine settimana, quando ho detto ad alcuni ragazzi di andarsene, uno mi ha risposto: 'Cambia casa'. Siamo al degrado: persone che si ritengono libere di fare i loro bisogni davanti casa di altri. Il problema non è solo la sporcizia che invade tutta questa zona, ma il degrado sociale. Qui vengono a fare la pipì con la scusa di non poterla fare nei bar, a scaricare l'immondizia e a drogarsi". Poi indica il punto da cui sono passati i ladri che hanno rubato in chiesa [LEGGI] nel 2019 e i rapinatori del raid al bar Ferrari.

"Ho contattato alcuni amministratori comunali, da cui ricevuto le solite risposte: 'Faremo. In settimana vediamo'. Qui però basterebbe cominciare a pulire con regolarità, a far passare qualche pattuglia delle forze dell'ordine e a eliminare il buio attivando un faretto. Quello che c'è non funziona da tempo e non è stato sostituito. Per cominciare a ridare decoro a questa zona basterebbero piccoli interventi, ma ci tocca sempre assistere a uno scaricabarile di competenze tra Comune e Provincia". 

Guarda le foto

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 
 
 
 
 
 

Chiudi
Chiudi