Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


11 maggio 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Castelguidone, la task force dell’Esercito vaccina il centenario reduce di guerra

I residenti delle aree interne: "Abbiamo gli stessi diritti di chi vive sulla costa"

Il regalo chiesto da Paolo Antonio Sabatino per il suo centesimo compleanno è arrivato con qualche giorno di anticipo. Oggi pomeriggio, mentre riposava un po' sul divano della sua casa di Castelguidone, ha ricevuto l'inaspettata visita della task force dell'Esercito che opera nel vicino Molise da qualche settimana per supportare la campagna vaccinale raggiungendo i centri più isolati. La storia di nonno Paolo, rilanciata ieri da molte testate giornalistiche [LEGGI] è arrivata anche all'attenzione della struttura commissariale guidata dal generale Figliuolo. E così, nel quotidiano giro tra i paesi del Molise, la squadra agli ordini del tenente colonnello medico Di Iorio ha raggiunto anche il centro dell'Alto Vastese per somministrare la tanto attesa dose di vaccino. Da gennaio, infatti, l'anziano era in attesa di comunicazioni da parte della Asl Lanciano Vasto Chieti sulla vaccinazione a domicilio.

Quando ha capito il motivo dell'arrivo dei tre uomini in mimetica, Sabatino si è commosso non poco, ripensando a quanto vissuto, con la divisa dell'Esercito, durante la seconda guerra mondiale, in cui fu anche prigioniero di guerra in Polonia. Dopo il saluto militare rivoltogli dai tre sanitari della task force, il prossimo centenario - festeggerà il 21 aprile il suo secolo di vita - ha così ricevuto la sua dose e poi scambiato quattro chiacchiere con loro prima che riprendessero il loro giro di vaccinazioni nel territorio molisano. "Le portiamo anche i saluti del nostro Capo di Stato Maggiore, ringraziandola di quanto fatto per la nostra Patria", è stato il messaggio con cui i militari si sono congedati.

E tutti gli altri? Quella del signor Sabatino è una vicenda che ha avuto una lieta e veloce conclusione positiva. Ma la situazione dei vaccini nell'entroterra presenta molte criticità. "Tanti over 80 e persone fragili devono ancora essere chiamati per la prima dose", ci spiega il collega giornalista di Schiavi di Abruzzo, Francesco Bottone. Ma, anche per quelli che vengono inseriti nelle liste, la situazione non è affatto semplice. "Bisogna andare a Gissi, Vasto o San Salvo, in qualche caso anche a Lanciano. Un'ora per andare e una per tornare, su strade di cui ben conosciamo le condizioni", sottolinea Bottone. E, per molti anziani, non è così scontato trovare qualcuno che possa accompagnarli. A inizio marzo il consigliere comunale di Castiglione Messer Marino aveva inviato una lettera alla direzione della Asl per chiedere attenzione su questa tematica [LEGGI].

Solo a Montazzoli e Castiglione Messer Marino, a seguito del gran numero dei contagi e della zona rossa, è stato possibile somministrare i vaccini in paese. "C'è il distretto sanitario di Castiglione, perfettamente funzionante e idoneo. Perchè non viene utilizzato quello per vaccinare le categorie prioritarie? Noi che viviamo nell'entroterra abbiamo lo stesso diritto alla salute di chi abita sulla costa".

Guarda il video Guarda le foto

di Giuseppe Ritucci (g.ritucci@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti


Video - 'Nelle aree interne abbiamo lo stesso diritto alla salute di chi è sulla costa'

L'intervista a Francesco Bottone, giornalista dell'Ecoaltomolise - Servizio di Giuseppe Ritucci



 


Chiudi
Chiudi