CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


15 maggio 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Roma   Ambiente 09/04

Valorizzare la cultura del mare: firmato protocollo tra ministero dell’Istruzione e guardia costiera

"Il mare è un’opportunità preziosa da consegnare alle nuove generazioni"

Il ministro dell'Istruzione Patrizio Bianchi e il comandante generale della guardia costiera Giovanni Pettorino"Il mare è una risorsa di inestimabile valore culturale, scientifico, ricreativo ed economico. Un privilegio da difendere. Un'opportunità preziosa da consegnare alle nuove generazioni". Nasce da queste premesse il protocollo d'intesa firmato oggi a Roma, dal ministro dell'Istruzione, Patrizio Bianchi, e dal Comandante Generale della Guardia Costiera, Giovanni Pettorino. L'obiettivo, come si legge nel protocollo, è quello di "contribuire alla formazione delle giovani generazioni, alla tutela del territorio, alla convivenza civile, alla legalità".

Firma dell’accordo che, non a caso, si legge nel comunicato della guardia costiera, "coincide con le celebrazioni della Giornata del mare e della cultura marinara. Iniziativa che ogni anno coinvolge la Guardia Costiera e gli Istituti scolastici italiani, per valorizzare le tradizioni marittime del nostro Paese e rivalutare il patrimonio storico, sociale e culturale del suo mare. Una serie di iniziative, idee e progetti portati avanti su tutto il territorio e che si riassumono anche con l'individuazione delle classi vincitrici del Concorso Nazionale "La cittadinanza del mare" edizione 2020, che prevedeva l'elaborazione di percorsi e progettualità volti alla diffusione della cultura del mare. Il concorso si è concluso con la premiazione di 11 dei ben 500 progetti pervenuti. In occasione della firma del protocollo, il ministro Bianchi ha incontrato, in modalità telematica, le classi vincitrici, complimentandosi per i lavori realizzati".
"Vi ringrazio per aver partecipato a questo progetto, nel quale ragioniamo sul mare, come luogo che non divide, ma unisce - ha detto il Ministro Patrizio Bianchi alle studentesse e agli studenti in collegamento -. A voi è affidato il compito di testimoniare come l'ambiente marino sia una delle ricchezze più importanti che abbiamo. Non dovete solo proteggerlo, ma anche raccontarlo. È stato un anno complicato, sono grato a voi, ai vostri docenti e dirigenti, alle vostre famiglie. Ne usciremo anche dialogando e riflettendo sempre su ciò che ci unisce. E la tutela dell'ambiente è un valore fondamentale per tutti noi. Ringrazio la Guardia Costiera, custode di una risorsa tanto preziosa, per questa collaborazione importantissima per la scuola".

Nel corso dell'evento è stata presentata, inoltre, il tema della nuova edizione del concorso, dal titolo "Cambiamenti climatici e sostenibilità, effetto di molteplici cause in gran parte attribuibili all’uomo e, a loro volta, causa di effetti sia sull’ambiente marino e costiero che sulle comunità che vivono in prossimità del mare". Questa iniziativa, fortemente voluta dal ministero dell'Istruzione e ampiamente condivisa dal Corpo, sottolineano Bianchi e Pettorino, "sarà quanto mai utile e necessaria per comprendere il contesto nazionale ed europeo verso il quale le nuove generazioni potranno indirizzare le loro legittime ambizioni formative e professionali".

"Un contesto che non può prescindere dalla tutela dell’ambiente marino - ha sottolineato l'ammiraglio - di cui il Corpo si fa ogni giorno garante verso i cittadini, attraverso l'impegno di undicimila uomini e donne e l'impiego di mezzi aeronavali e tecnologie all'avanguardia, distribuiti lungo tutti gli ottomila chilometri di coste del Paese. Avvicinare sempre di più il mare alle scuole e alle giovani generazioni - sottolinea Pettorino - per far comprendere l’importanza di questo immenso patrimonio ambientale che è l'habitat naturale più esteso del nostro pianeta, che produce il 50% dell’ossigeno che respiriamo e al contempo assorbe il 30% dell’anidride carbonica prodotta".

Per il raggiungimento degli obiettivi indicati e per consentire la pianificazione strategica degli interventi programmati nel protocollo stesso, è stato costituito un comitato tecnico-scientifico al quale saranno invitati a partecipare, in qualità di esperti, anche rappresentanti di altre istituzioni pubbliche che lavoreranno in sinergia.

Guarda le foto

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 
 
 
 
 
 

Chiudi
Chiudi