CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


20 giugno 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Docenti molisani in servizio in Abruzzo non ancora vaccinati, "Inaccettabile disparità"

La denuncia di un’insegnante in servizio a San Salvo

Docenti molisani in servizio nel Vastese non ancora vaccinati a differenza dei colleghi abruzzesi.

È quanto denuncia una docente dell'Istituto "Mattioli-D'Acquisto" di San Salvo preoccupata del ritardo (nonostante corretta manifestazione d'interesse e conferma di prenotazione) in vista della ripartenza, domani, della didattica in presenza al 50%.

"Sono una docente residente in Molise, a Termoli – ci scrive Emanuela Lattanzi – ma in servizio all'Istituto 'Mattioli D'Acquisto' di San Salvo. Pur avendo prenotato per tempo e avendo ricevuto la mail di avvvenuta prenotazione il 18 febbraio, non sono stata ancora chiamata per ricevere il vaccino e così anche altri colleghi molisani.

I colleghi abruzzesi in servizio nella mia scuola, invece, sono stati tutti vaccinati. Ciò determinerà alla prossima apertura, un grave danno alla sicurezza epidemiologica della stessa e una inaccettabile sperequazione tra docenti. I colleghi molisani e io, abbiamo scritto diversi  solleciti alle autorità vaccinali competenti, ma senza ricevere risposta".

La vaccinazione compete all'autorità sanitaria del luogo di residenza, evidentemente per quanto riguarda l'inoculazione al personale scolastico – salvo alcune eccezioni – in Abruzzo il sistema è stato più efficiente.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 
 
 
 
 
 

Necrologi


    Chiudi
    Chiudi