CHIUDI [X]
 
Vasto   Attualità 06/04

"Noi, docenti fragili ancora in attesa del vaccino, prima del rientro in classe chiediamo chiarezza"

La testimonianza di un’insegnante alla vigilia della riapertura delle scuole

Docenti e lavoratori fragili ancora in attesa della chiamata per la vaccinazione anticovid. Alla vigilia del rientro in classe per studenti e professori, in molti lamentano un ritardo nella somministrazione del vaccino richiesto ormai da mesi.

A denunciare la situazione Mirella Fiori, docente dell'Istituto econonomico e tecnologico Palizzi di Vasto che, spiega, "mi sono iscritta per il vaccino per i soggetti fragili il 19 gennaio, e non avendo ricevuto risposta, ho fatto richiesta anche come insegnante, ma nulla. Adesso ho paura di rientrare dopo le vacanze pasquali, con la variante inglese sempre più attiva tra i giovani, e non vorrei essere costretta a mettermi in malattia, considerando che, fortunatamente, sto bene. Vorrei sapere quali sono i criteri che stabiliscono l'ordine di vaccinazione, visto che quasi il 90% del personale scolastico si è vaccinato, mentre io, pur essendo un soggetto fragile, aspetto una risposta da tre mesi. Chiedo chiarezza prima di rientrare, sia per me che per tutti i colleghi con patologie e ancora in attesa del vaccino".

Problema che la professoressa Fiori ha comunicato anche al sindaco Francesco Menna che, racconta la docente, "si è reso disponibile per segnalare la situazione alla Asl. Credo molto nel lavoro che faccio – aggiunge - e vorrei tornare a farlo. Mi chiedo a chi devo rivolgermi affinché la mia richiesta venga presa seriamente in carico, perché questa situazione di incertezza mi sta destabilizzando".

di Serena Smerilli (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     

    Annunci di Lavoro

       
       
       
       
       

      Chiudi
      Chiudi