Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


10 aprile 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Due "furbetti del reddito di cittadinanza" smascherati dai carabinieri di Atessa

I due 50enni segnalati all’autorità giudiziaria

Altri furbetti del reddito di cittadinanza smascherati dai carabinieri. Il Comando di Castiglione Messer Marino, a conclusione di attività di indagine sui percettori del sostegno economico, ha individuato due persone che, pur non avendo i requisiti di legge, avevano fatto richiesta ed ottenuto il reddito di cittadinanza.

Nello specifico, si legge in una nota stampa dei carabinieri della compagnia di Atessa, "un 50 enne ha omesso di comunicare all'ufficio Inps territorialmente competente di essere stato condannato con l'interdizione perpetua dai pubblici uffici, mentre un 50 enne ha omesso di dichiarare il possesso di due autovetture aventi cilindrata superiore ai 1.600 CC (una Mercedes e una BMW) e la sopravvenuta perdita dei requisiti previsti dalla legge".

I due, residenti nel comune di Castiglione Messer Marino, "percepivano da circa un anno un assegno mensile compreso tra i 400 e i 500 euro circa. L'Inps ha immediatamente interrotto l'erogazione del beneficio ed ha avviato le previste procedure di recupero delle somme versate per un totale di circa 9.000 euro a testa. Le persone sono state segnalate all'autorità giudiziaria per i provvedimenti di competenza".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     
     
     
     
     

    Necrologi


      Chiudi
      Chiudi