CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


13 aprile 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Vasto   Politica 24/03

Aqualand, centrodestra contesta la perizia: "Come chiedere all’oste se il vino è buono"

Il caso - Il futuro del parco acquatico. Opposizione chiede soluzione bipartisan

Il parco Aqualand del VastoUna soluzione bipartisan per garantire il futuro del Parco Aqualand. La propone il centrodestra alla Giunta municipale di Vasto. I consiglieri comunali di Lega, FdI, Forza Italia, Il Nuovo Faro e gruppo misto contestano la perizia sul valore del parco acquatico di via Incoronata, perché fare le verifiche "solo attraverso le scritture contabili del concessionario è come chiedere all'oste se il vino è buono".

A giugno scadrà la convenzione con l'Aqualand srl, che gestisce la struttura aperta nel 1994. Il Comune deve decidere che fare.

In una lettera al sindaco, Francesco Menna, il centrodestra contesta i risultati dello studio, affidato dall'amministrazione di centrosinistra al professor Alberto Dello Strologo, "poiché non teneva conto, probabilmente perché non richiesto dall'incarico, dei potenziali inadempimenti delle parti e non verificava in alcun modo, nemmeno a campione, i dati riportati nelle scritture, ovvero la loro ragionevolezza".

Francesco Prospero, Vincenzo Suriani, Edmondo Laudazi, Guido Giangiacomo, Alessandro d'Elisa, Alessandra Cappa e Davide D'Alessandro chiedono al Comune di verificare il rispetto del piano di investimenti da 2 milioni 250mila euro, in cui "doveva essere compreso anche il campo sportivo da consegnare all'amministrazione comunale", e del periodo minimo di apertura nell'estate 2020, quando Aqualand è rimasto chiuso, mentre a Tortoreto Onda Blu ha riaperto nonostante la pandemia. Inoltre, vogliono chiarimenti sull'esistenza di un diritto all'indennizzo a favore del concessionario che "possa prescindere dall'approvazione dei piani di investimento".

Infine l'appello a Menna: "Si impegni, signor sindaco, la minoranza è pronta a collaborare. Assicuri un futuro radioso al nostro parco evitando il verificarsi di un'operazione svantaggiosa per il nostro Comune".

di Michele D’Annunzio (m.dannunzio@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     
     
     
     
     

    Chiudi
    Chiudi