CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


20 giugno 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Strada al buio da giorni, in via San Sisto i residenti si fanno luce con i cellulari

Pali della pubblica illuminazione non funzionanti

Da diversi giorni il tratto iniziale di via San Sisto è al buio, situazione che sta creando non poca difficoltà ai residenti del tratto più vicino all'incrocio con corso Mazzini. "Da un paio di settimane i lampioni della pubblica illuminazione sono spenti", riferisce Nino Marini, uno dei residenti che ha segnalato il disservizio alla nostra redazione. 

Ad essere interessato dalla problematica è il tratto iniziale della strada. Poi, dopo dverse decine di metri al buio, l'illuminazione è presente. "Abbiamo fatto più segnalazioni sia a Enel Sole che al Comune per sollecitare un intervento". Fino a ieri sera, però, la situazione era quella mostrata in foto.

La strada, che già presenta diverse criticità [LEGGI], ora è ancor più pericolosa nelle ore serali. "Qualche sera fa una famiglia ha rischiato di essere investita perchè un'auto non si era accorta della presenza di persone". E, così, per cercare di essere più visibile, chi percorre la strada a piedi - o semplicemente scende in strada per gettare i rifiuti - è costretto a farsi luce con il telefono cellulare. Ai residenti non sono stati dati tempi certi circa il ripristino del servizio di pubblica illuminazione. "Ma tutti speriamo avvenga il prima possibile", evitando così possibili problemi.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 
 
 
 
 
 

Chiudi
Chiudi