CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


20 giugno 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Cupello   Ambiente 17/03

Nuovo stop ai rifiuti nella "terza vasca", 67mila metri cubi in più rispetto al progetto autorizzato

Sospensione di altri tre mesi dell’Aia

Il versante ripristinato517.400 metri cubi rispetto ai 450mila autorizzati. È quanto accertato dal servizio Rifiuti della Regione Abruzzo che ha nuovamente sospeso per altri tre mesi l'Autorizzazione Integrata Ambientale (Aia), limitatamente alle attività gestionali, della discarica della Cupello Ambiente all'interno del polo impiantistico del consorzio Civeta. Il provvedimento è del 24 febbraio scorso, questo significa che almeno fino al prossimo 24 maggio in quella vasca non potranno essere conferiti i rifiuti.

La vicenda è quella della cosiddetta terza vasca finita nel marzo 2019 al centro dell'inchiesta della Procura della Repubblica di Vasto sui rifiuti provenienti da fuori regione. La vasca – inaugurata nel 2016 – finì così sotto sequestro, i sigilli furono rimossi nel febbraio 2020, da allora la Regione ha sospeso per tre volte l'autorizzazione a ricevere rifiuti; nel frattempo, il sito è stato interessato da vari incendi.

Il 4 febbraio scorso, l'Arta ha eseguito un sopralluogo rilevando innanzitutto la persistenza di alcune difformità tra le quali una capienza maggiore rispetto alla volumetria autorizzata nel 2013 (prodotta da una pendenza maggiore delle pareti): 517.400 metri cubi rispetto ai 450mila autorizzati, una differenza di 67400 metri cubi. La società è stata chiamata già nei mesi scorsi ad avviare la procedura di Valutazione d'Impatto Ambientale per sanare l'aumento di volumetria, ma la documentazione necessaria non è stata prodotta; ora, alla Cupello Ambiente è stata concessa una scadenza di 30 giorni. 

Per tornare a ricevere rifiuti, infine, devono essere verificati gli interventi che la Regione ha indicato come necessari per la riapertura: il consolidamento del versante franato (l'Arta scrive che è di sua competenza verificare la sua stabilità), la regimentazione delle acque meteoriche esterne e interne alla discarica. 
Per quanto riguarda l'inchiesta, dopo due anni dal blitz dei carabinieri del Noe di Pescara, si attende ancora la chiusura delle indagini da parte del procuratore Giampiero Di Florio; quattro le persone indagate.

La vista dall'alto della discarica nei giorni del sequestroLa stessa Cupello Ambiente, un paio di anni fa ha presentato il progetto per una nuova discarica da 480mila metri cubi in Valle Cena bocciato dal comitato Via [LEGGI]; la ditta ha poi presentato ricorso al Tar contro la bocciatura trovando l'intervento ad opponendum del Comune di Cupello.

Sulla vicenda è intervenuto il Forum H2O Abruzzo: "Mentre si discute se e come aumentare la volumetria della discarica per accogliere più rifiuti nel futuro il Forum H2O si chiede quali azioni gli enti pubblici stiano mettendo in campo per risanare la Valle Cena, in cui sono state accertate pesanti criticità ambientali e su cui incombe, per giunta, anche la costruzione della discarica di Furci. Attendiamo risposte".

di Antonino Dolce (a.dolce@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 
 
 
 
 
 

Necrologi


    Chiudi
    Chiudi