Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


10 aprile 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

La biblioteca di San Salvo consultabile dal catalogo dell’Università "Gabriele d’Annunzio"

Il patrimonio librario nell’elenco generale di 22 istituzioni

Dallo scorso 3 marzo il patrimonio librario della biblioteca comunale del centro culturale "Aldo Moro" di San Salvo è entrato a far parte del catalogo generale del Polo Bibliotecario dell'Università "Gabriele d'Annunzio" di Chieti-Pescara e di altre ventidue istituzioni nazionali.

I libri conservati nel centro culturale "Aldo Moro" saranno visibili online all'interno del Polo Ud’A - a conclusione del complesso lavoro di reinserimento dei dati bibliografici che inizierà nei prossimi giorni – e sarà consultabile dal portale del sistema bibliotecario dell'ateneo. I servizi della Biblioteca saranno gestiti con il software Sebina utilizzato da oltre 4.700 biblioteche, sistemi bibliotecari e poli culturali, in Italia e in Francia, per la gestione unificata e integrata dei servizi.

"Si tratta di un miglioramento dei servizi digitali offerti – commenta l’assessore Maria Travaglini – nonché del servizio di ricerca e di consultazione del suo patrimonio librario, che acquisterà visibilità all'interno del Sistema bibliotecario nazionale”.

Questo accordo porterà l’ottimizzazione informatizzata di numerosi servizi al pubblico tra i quali il prestito e la prenotazione di documenti e volumi disponibili a San Salvo ma non solo, si tratta di un servizio ampio e completo che dà la possibilità di ottenere in prestito interbibliotecario qualsiasi volume presente in tutte le biblioteche collegate nel Polo, sia universitarie che regionali, che comunali, oltre che nelle altre biblioteche italiane.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     
     
     
     
     

    Necrologi


      Chiudi
      Chiudi