Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


20 giugno 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Vasto   Attualità 16/03

Sequestro Moro, a Vasto il ricordo della strage di via Fani

Questa mattina la cerimonia commemorativa per il 43° anniversario

Un mazzo di fiori deposto ai piedi della targa commemorativa di via Crispi, a Porta Nuova. Così Vasto ha ricordato, questa mattina, il 43° anniversario del rapimento di Aldo Moro e la morte dei cinque uomini della sua scorta. Presenti alla cerimonia, insieme al sindaco Francesco Menna, il vicesindaco Giuseppe Forte, la consigliera comunale Maria Molino il maggiore Amedeo Consales, comandante della Compagnia dei carabinieri di Vasto e alcuni rappresentanti delle associazioni combattentistiche e d'arma.

"Ricordiamo il grande statista italiano Aldo Moro e i cinque servitori dello Stato, due carabinieri e tre agenti di polizia, morti mentre compivano il loro dovere. Fedeli servi di giustizia morti - ha detto il sindaco Menna - per difendere i valori della democrazia e della libertà".

Era il 16 marzo del 1978 quando l'auto su cui si trovava Moro, venne bloccata da un commando delle Brigate Rosse in via Fani. Domenico Ricci, Oreste Leonardi, Raffaele Iozzino, Giulio Rivera e Francesco Zizzi, uomini della scorta di Moro furono uccisi nell'agguato; il presidente della Democrazia Cristiana venne sequestrato e tenuto prigioniero per 55 giorni fino al ritrovamento del suo cadavere nel portabagagli di una Renault 4, il 9 maggio in via Caetani.

Guarda le foto

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 
 
 
 
 
 

Chiudi
Chiudi