Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


14 maggio 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Vasto   Attualità 11/03

Nasce la rete dei giovani abruzzesi: uniti per l’istituzione della Consulta regionale

In 6 comuni sottoscritto il manifesto congiunto che crea il coordinamento

Nasce la Rete delle Consulte Giovanili d'Abruzzo. A comunicarlo, i rappresentanti delle Consulte Giovanili dei Comuni di Ortona, Ripa Teatina, Tornimparte, Tortoreto, Scoppito e Vasto che hanno redatto e sottoscritto, il 3 marzo scorso, il Manifesto del Coordinamento Regionale delle Consulte, al fine di "consolidare una sinergia già esistente e fornire ulteriore stimolo al procedimento legislativo regionale circa l'istituzione della Consulta Giovanile Regionale".

"Questa unione – si legge nel comunicato - rappresenta un ulteriore passo congiunto verso lo stesso obiettivo condiviso: avere un organo efficiente, rappresentativo e riconosciuto dalla Regione Abruzzo. La Rete delle Consulte opererà tramite congressi per poter garantire la partecipazione anche ad altre Consulte che vogliano unirsi a questo progetto, oltre che fornire uno strumento efficiente per il dialogo con la pubblica amministrazione riguardo le modifiche proposte al DDLR 85/19".

Manifesto della Rete delle Consulte Giovanili d'Abruzzo

"Negli ultimi decenni abbiamo assistito ad un mutamento, formale e sostanziale, delle Consulte Giovanili sia nel territorio abruzzese, sia sul suolo nazionale. Tentativi di raggruppamento regionale, al fine di una maggiore efficienza, sono stati già protratti da altre regioni trovando le proprie debolezze, e il motivo del proprio immobilismo, in una struttura troppo eterogenea e partiticizzata. Con queste premesse scolpite nella storia, abbiamo deciso di intraprendere un percorso collegiale che avesse come punti fondamentali:

a) Dialogare con la Regione per l'istituzione di una Consulta Giovanile Regionale, organismo consultivo di democrazia partecipata efficace, attuale e capace di poter indirizzare le scelte politiche ed economiche attraverso un leale e onesto confronto con i rappresentanti del potere decisionale, come descritto e proposto nel documento "Modifiche al Progetto di Legge regionale n.85/2019 REVISIONE del 08/12/2020" in particolare si richiede garantita:
- Indipendenza da qualsiasi struttura partitica o politica presente nel Consiglio Regionale, Consiglio che tuttavia ha facoltà di presiedere i lavori della Consulta Regionale come spettatore, relatore; uditore, ma senza diritto di voto e senza incidere nel numero legale ai fini della validità delle sedute.
- Necessità di una struttura che abbia facoltà e possibilità di intraprendere un rapporto capillare con gli enti locali al fine finanziare e incentivare le Consulte del territorio e istituirne delle nuove;
- Indipendenza economica che possa garantire un corretto funzionamento della Consulta.
b) Promuovere l’impegno dei giovani nell'ambito delle politiche sociali, ambientali, imprenditoriali, culturali, sportive, turistiche e agricole della Regione Abruzzo;
c) Creare una rete di giovani che possa essere fonte di confronto, formazione, crescita e sostegno delle generazioni a venire;
d) Esprimere la propria opinione su provvedimenti regionali riguardanti le politiche giovanili, diritto allo studio, lavoro e welfare, impegnandosi a proporre le soluzioni che più rispecchiano le esigenze dei giovani.

Per garantire una unanime comunicazione verrà creata una e-mail temporanea che rendiconti alle Consulte firmatarie eventuali verbali o comunicazioni, oltre che a garantire un’unica, e condivisa, corrispondenza con enti locali, stampa e privati. Questo Organo, temporaneo e non ancora riconosciuto, prenderà il nome di "Rete delle Consulte Giovanili d’Abruzzo" che ha facoltà, con diritto di riserva giustificata, di raccogliere chiunque interessato a condividere questo progetto riconoscendo i punti fondamentali di cui sopra, inoltre opererà tramite Conferenze indette dalle stesse consulte firmatarie per discutere e interagire nell'ambito di interesse prefissato. La gestione di eventuali pagine social sarà condivisa e trasparente".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 
 
 
 
 
 

Chiudi
Chiudi