Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


18 aprile 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Vasto   Cronaca 28/02

"Ventisei giorni in ospedale, 4 in rianimazione. Oggi 2° tampone negativo: inizia un’altra vita"

L’ex consigliere regionale Antonio Menna guarito dal Covid: "Sono stato intubato"

"Oggi inizia una nuova vita". Antonio Menna accoglie così il secondo tampone negativo, perché "oggi, dopo 26 giorni di ricovero tra Malattie infettive, di cui quattro in Rianimazione con intubazione, mi dimettono e torno a casa", racconta l'ex consigliere regionale.

"Dovrò fare una lungodegenza a casa. Finisce qui questa brutta vicenda-esperienza del Covid con rischio alto della mia vita. Oggi posso dire di aver vinto io. So che hanno pregato in molti e li ringrazio". Dopo il tampone positivo, Menna era rimasto a casa in isolamento. "Nei primi dieci giorni stavo bene - racconta a Zonalocale - , avevo solo un po' di tosse. Poi è arrivata improvvisamente la febbre, la saturazione è scesa a 80. Sono stato portato in ospedale, lì dopo una tac hanno capito che la situazione era grave e mi hanno trasferito a Chieti". Dopo i 4 giorni in rianimazione la situazione è migliorata fino ad oggi, quando è stato dimesso.

Menna rivolge il suo personale ringraziamento "a medici, infemieri e altro personale di Rianimazione e Malattie infettive del professor Jacopo Vecchiet per la loro professionalità, umanità e competenza. Grazie alle centinaia di amici, parenti, paesani (Menna è originario di Casalanguida, n.d.r.), colleghi, clienti, collaboratori che mi sono stati vicini e mi hanno incoraggiato. Grazie a Luisa, Luca e Francesco, mia madre e mia suocera, con fratello, cognato, cugini, nipoti che hanno avuto paura, ma insieme, grazie anche alla solidarietà e alla vicinanza, ne siamo usciti. Grazie a tutti di vero cuore. Sono negativo a due tamponi e da oggi inizia una nuova vita per me".

Infine un appello: "Una preghiera a chi nega il Covid: di smetterla, perché chi è stato in ospedale ha visto una realtà che non lascia dubbi. Perciò vacciniamoci senza se e senza ma". 

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     
     
     
     
     

    Chiudi
    Chiudi