Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


18 aprile 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Roma   Politica 27/02

Nessun abruzzese nella squadra di governo: "Un errore non avere rappresentanti della regione"

Di Giuseppantonio: "Un peccato tenere fuori l’Abruzzo in un momento così delicato"

Enrico Di GiuseppantonioNon ci sarà alcun ministro o sottosegretario a rappresentare l'Abruzzo nel Governo guidato dal presidente Mario Draghi. A sottolinearlo esprimendo preoccupazione per la mancata rappresentanza regionale al governo, il segretario dell'Udc, Enrico Di Giuseppantonio. Nella lista dei 39 vice ministri e sottosegretari, infatti, non figura nessun parlamentare o tecnico della regione Abruzzo, come invece era avvenuto nei Governi precedenti.

"Credo che sia stato un errore e non posso negare il rammarico della direzione regionale del mio partito – afferma Di Giuseppantonio -. È stato un peccato tenere fuori l'Abruzzo dal Governo tanto più in un momento delicato come questo che stiamo vivendo. Se, come è vero, che le speranze per una ripresa riposte nel premier Draghi sono alte, si fa ancor più fatica a comprendere l'esclusione di parlamentari o tecnici abruzzesi, che avrebbero senza dubbio potuto fungere da interlocutori privilegiati per rappresentare le esigenze della nostra regione".

"E dire che l'Abruzzo, fino a qualche anno fa era una regione ben rappresentata – sottolinea il segretario dell'Udc -  poteva contare su ministri, vice ministri e sottosegretari, che con la loro azione hanno contribuito a farla crescere, riuscendo a collocarla tra le migliori del sud d'Italia".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     
     
     
     
     

    Chiudi
    Chiudi