CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


10 aprile 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Vasto   Musica 27/02

La musica che va avanti: I Malati Immaginari tornano a suonare per "L’ultimo concerto?"

Il duo vastese sarà nell’evento nazionale. In arrivo primo singolo e un disco

Ci saranno I Malati Immaginarisul palco del Circolo Arci Futuro Imperfetto 2.0 di Pescara dove, in contemporanea con altre decine di club e locali in tutta Italia, sabatp 27 febbraio alle 21 andranno in scena le esibizioni live di tanti artisti per "L'ultimo concerto?", iniziativa promossa da KeepOn Live, Arci e Assomusica, con la collaborazione di Live Dma.

Tanti i grandi nomi della musica italiana, come  99 Posse, Brunori Sas, Colapesce & DiMartino, Cosmo, Giorgio Canali, Lo Stato Sociale, Manuel Agnelli, Marina Rei, Marlene Kuntz, Pinguini Tattici Nucleari, Roy Paci, Roby Facchinetti, Subsonica, che suoneranno senza pubblico - ma in diretta streaming sul sito ultimoconcerto.it - per riaccendere il riflettori sulla musica dal vivo, praticamente ferma da un anno.

Il duo vastese, formato da Dario Parascandolo (chitarra acustica, synth, voce) e Laura Trivilini (batteria e percussioni), è stato scelto dal club pescarese per questo appuntamento. Oltre a loro, a rappresentare l'Abruzzo, ci saranno i Voina, allo Scumm, e Una giornata perfetta, al Cantina Majella di Caramanico. "È molto triste pensare che molti live club non riapriranno, perché questi luoghi hanno un valore che va molto al di là del semplice fattore economico, e oggi più che mai me ne rendo conto - afferma Martina Sersante, presidente del Circolo Arci Futuro Imperfetto 2.0. - . I piccoli club creano spazi di circolazione di cultura e libero pensiero, sono luoghi di incontro, scambio, arricchimento e non possono essere sostituiti da dirette streaming o format televisivi. Un amico tempo fa mi ha detto: l'artista ha bisogno dell'applauso. Ed è vero: l'artista ha bisogno del pubblico. Di qualcuno che guardi alla sua opera e ne riconosca il valore".

Per I Malati Immaginari sarà l'occasione per presentare dal vivo - seppur in una dimensione particolare - i loro brani, scritti nel primo anno e mezzo di vita della band. "Non ci siamo mai fermati, anche quando non potevamo provare, abbiamo continuato a produrre musica a distanza", ci hanno raccontato nell'intervista in cui ci hanno parlato della loro musica e dei loro progetti, che prevedono l'uscita di un album, che sarà anticipato da un singolo tra qualche settimana.

Un anno fa, come per tutti, è arrivato il momento dello stop a prove e serate dal vivo. Ma I Malati Immaginari hanno "sperimentato nuove soluzioni sonore dettate da esigenze domestiche. Laura mette da parte momentaneamente la batteria per un set ibridodi percussioni, di cui il suo fedele cajon è protagonista assoluto. Dario arricchisce il proprio sound grazie all'utilizzo di una loop station. Terminato il lockdown, I Malati Immaginari hanno portato in giro per l'Abruzzo il nuovo set acustico durante l'estate, tra Festival e concerti, con ottimi riscontri di pubblico". Parallelamente all'attività live hanno registrato il loro primo Ep, da cui verrà estratto il primo singolo "Non Passa +" su Automatic Records, in promozione nazionale con l'ufficio stampa DCOD Communication. Il disco è stato registrato e masterizzato presso L'Arte dei Rumori Studio a Napoli e prodotto da Silvio Speranza.

Segui I Malati Immaginari su facebook  - CLICCA QUI
Segui I Malati Immaginari su instagram - CLICCA QUI

di Giuseppe Ritucci (g.ritucci@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     
     
     
     
     

    Chiudi
    Chiudi