Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


20 giugno 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Vasto   Ambiente 26/02

Litorale fragile: crolla il costone di Lebba, Menna scrive a Marsilio: "Problema grave"

Lallarme: l’erosione minaccia le case della costa settentrionale di Vasto

Vasto: erosione sul litorale di Lebba, un pezzo del costone franatoLa costa nord di Vasto rischia di crollare. Residenti e proprietari di attività sono preoccupati. Il sindaco, Francesco Menna, scrive una lettera al presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio, e all'assessore all'Ambiente, Emanuele Imprudente, "in merito al grave fenomeno erosivo riguardante la parte di litorale costiero in località foce del Lebba". 

"La necessità di addivenire ad interventi strutturali è stata sancita in seno al vigente Piano di difesa della costa dall'erosione, dagli effetti dei cambiamenti climatici e dagli inquinamenti - redatto dalla Regione Abruzzo-Servizio opere marittime e acque marine del Dipartimento infrastrutture, trasporti e mobilità, reti e logistica - in cui si prevedono interventi di carattere pienamente risolutivo per i fenomeni erosivi occorrenti presso l'intero tratto della costa vastese", si legge nella nota del primo cittadino che, nelle scorse settimane, aveva eseguito un sopralluogo insieme al vicesindaco, ad alcuni tecnici municipali, al consigliere regionale Pietro Smargiassi, parlando con abitanti e imprenditori del litorale nord di vasto.

"Si torna, dunque, a ribadire l'immediata necessità di promuovere al contempo idonee progettualità, una di immediata realizzazione e una di medio-lungo periodo, al fine di determinare un'efficacia di stabilità per la preservazione di tale pregevole località costiera". 

Guarda le foto

di Michele D’Annunzio (m.dannunzio@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 
 
 
 
 
 

Chiudi
Chiudi