Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


7 marzo 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Vasto   Attualità 23/02

Emendamenti Milleproroghe, Pennetta: "Non permetteremo mai che ci venga scippato il Tribunale"

"Promuovere mobilitazione di massa per salvare il palazzo di giustizia di Vasto"

Di cosa parliamo - Torna lo spettro della chiusura per quattro Tribunali abruzzesi: quelli di Vasto, Lanciano, Avezzano e Sulmona. La riforma della geografia giudiziaria, approvata nel 2012, ha chiuso una trentina di palazzi di giustizia italiani. Le quattro sedi giudiziarie sub-provinciali abruzzesi sono andate avanti a colpi di proroghe. L'ultimo rinvio scade il 14 settembre 2022. Il sindaco di Vasto, Francesco Menna, ha lanciato l'allarme: il decreto Milleproroghe non differisce ulteriormente la scadenza [LEGGI]. Quindi il tempo stringe.

Sulla questione degli emendamenti scomparsi dal decreto e in difesa del Tribunale di Vasto si è espressa oggi, in un comunicato stampa, anche la candidata sindaca Angela Pennetta, che "chiama a raccolta" cittadini, sindaci ed esponenti politici.

"Considerato che dal decreto Milleproroghe è sparito l'emendamento che avrebbe consentito la proroga del prosieguo delle attività dopo il 14 settembre 2022 del nostro amato Tribunale - si legge nella nota dell'avvocato vastese - è indispensabile promuovere una mobilitazione di massa per scongiurare la chiusura dello stesso. Tutti i cittadini e tutti i politici del territorio al di là delle appartenenze partitiche ed ideologiche devono unirsi per la difesa dell'imprescindibile baluardo della sicurezza e della legalità. Tutti i sindaci da me contattati si sono dichiarati disponibili e pronti a tornare a Roma per manifestare tutti uniti per la difesa del Tribunale. Non permetteremo mai che ci venga scippato il Tribunale".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     

    Annunci di Lavoro

       
       
       
       

      Chiudi
      Chiudi