Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


24 giugno 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Rieti   Attualità 09/02

È morto l’ex presidente del Senato Franco Marini

Abruzzese di San Pio delle Camere era ricoverato per i postumi del Covid

Franco Marini a VastoÈ morto a 87 anni l'abruzzese Franco Marini, ex presidente del Senato e segretario generale della Cisl. Marini era stato ricoverato per alcuni giorni, all'inizio del mese di gennaio, al "San Camillo de Lellis" di Rieti a causa del Covid-19. Attualmente si trovava in un'altra struttura sanitaria, Villa Mafalda, per i postumi della malattia.

Abruzzese di San Pio delle Camere (L'Aquila), ma residente da anni nel Reatino, Marini è stato segretario generale della Cisl dal 1985 al 1992, poi parlamentare dal 1992 al 2013, più volte eletto in Abruzzo. Ministro del Lavoro nell'ultimo governo Andreotti, dopo lo scioglimento della Democrazia Cristiana si è schierato col centrosinistra, aderendo al Partito Popolare Italiano, poi confluito nella Margherita, quindi nel Partito Democratico.
Presidente del Senato dal 2006 al 2008, per lui nel 2013 il Pd aveva ipotizzato la candidatura alla presidenza della Repubblica, ma il risultato deludente dei dem, terzi in Abruzzo al Senato, non aveva fatto scattare il seggio necessario alla rielezione.

"L’Abruzzo perde una delle sue figure più autorevoli e rispettate. A nome mio e della giunta regionale esprimo il cordoglio per la scomparsa di Franco Marini, politico e sindacalista che ha svolto la sua attività raggiungendo i massimi livelli istituzionali prestando sempre particolare attenzione alla sua terra d'origine", è il commento del presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 
 
 
 
 
 

Chiudi
Chiudi