Segui Zonalocale Lanciano su Facebook

 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


11 maggio 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Lanciano   Politica 08/02

Centrodestra alla ricerca di un candidato, Lega: "Primarie? No, grazie"

Fratelli d’Italia: "Candidato frutto di condivisione a livello locale"

Il coordinatore cittadino di Lega Lanciano Fausto Memmo smentisce la possibilità di organizzare le elezioni primarie del centrodestra in vista delle prossime amministrative per il rinnovo del consiglio comunale.

La Lega non ha mai proposto le primarie che innanzitutto non sono uno strumento usato dalle forze politiche di centrodestra e poi - ricorda Memmo - non dimentichiamo l’esperienza vissuta cinque anni fa quando, nonostante i candidati fossero di primo livello, come lo sono anche oggi, l’esperimento non portò affatto fortuna”.

L’invito da parte del portavoce locale è quello di lavorare per l’unione di tutte le forze di centrodestra, trovando l’accordo specialmente sui contenuti. “Il nostro impegno – spiega Memmo - è quello di favorire la scelta di un candidato sindaco che rappresenti la più ampia convergenza possibile tra tutti i partiti del centrodestra, i movimenti civici, le associazioni e le realtà locali che vogliano concorrere ad una nuova stagione politica frentana. Un candidato che incarni il territorio e che sia scelto in loco tramite la condivisione soprattutto di contenuti”.

Interviene poi sulla tempistica della decisione e spiega: “Siamo a buon punto, ma non basta. Siamo convinti, e lo siamo dall’inizio del nostro percorso, che dobbiamo concorrere ad nuova stagione della politica lancianese e, perché ciò avvenga, il campo del centrodestra deve aprirsi a tutte le persone di buona volontà che vogliono essere alternativi rispetto a coloro che hanno malamente governato la città ed il suo comprensorio in questi ultimi dieci anni”.

“Ribadiamo con convinzione – conclude Fausto Memmo - che l’indicazione, anche programmatica, formulata dal tavolo del centrodestra lancianese, dovrà essere una proposta aperta e non chiusa. Vale a dire offerta al contributo di idee ed eventuali indicazioni di chi vuole partecipare al rinnovamento ed essere alternativo all’attuale amministrazione comunale. Evitiamo distinguo e divisioni, - conclude - non cadiamo negli errori del passato e nei cambi di posizione che, nei doppi turni, hanno favorito solo i nostri avversari, per ben due volte. Uniamo le nostre energie per governare in armonia la nostra città”.

 

Dello stesso pensiero è il direttivo di Fratelli d’Italia che, parlando del candidato sindaco, auspica una scelta che sia Gabriele Di Bucchianico, Paolo Bomba e Roberto Gargarella “frutto di condivisione a livello locale”.

“Noi auspichiamo un confronto sereno tra i dirigenti locali dei partiti ed i rappresentanti delle liste civiche in modo da evitare imposizioni che possano alimentare polemiche e divisioni. - dicono gli esponenti di FdI in una nota - In buona sostanza il nostro impegno è rivolto alla costruzione di una coalizione coesa e affidabile composta da persone che vogliono il bene di Lanciano e vogliono costruire un nuovo progetto politico in grado di restituire un ruolo centrale alla nostra città attraverso una rinascita economica pianificata con competenza da una nuova classe dirigente”. Si auspica pertanto la più ampia collaborazione e partecipazione nella individuazione dei temi sui quali convergere per il bene di Lanciano che “rappresenta per noi - conclude la nota - l’unico obiettivo da raggiungere nella prossima tornata elettorale”.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 


Chiudi
Chiudi