Vasto   Politica 31/01

"I rimborsi per scuolabus e centri estivi non giacciono nel cassetto, mandati di pagamento pronti"

La replica di Menna e Bosco al Movimento 5 Stelle

Anna Bosco. In home page: Francesco Menna"Le famiglie sono state costantemente informate che per la liquidazione dei rimborsi scuolabus si sarebbe dovuto aspettare novembre per avere l'approvazione dell'assestamento di bilancio". Così il sindaco di Vasto, Francesco Menna, e l'assessora alle Politiche scolastiche, Anna Bosco, replicano alle critiche del Movimento 5 Stelle. 

"Il Comune di Vasto è stato uno dei pochi Comuni in Abruzzo ad accordare il diritto di rimborso per lo scuolabus a ristoro del servizio non fruito durante i mesi di didattica a distanza", rivendicano i due amministratori. "Ad ulteriore tutela di tutti nello scorso mese di agosto 2020 è stato inviato un questionario di monitoraggio ai genitori nel quale si accordava la possibilità di scegliere di non versare le nuove mensilità e utilizzare  il 'credito' riconosciuto dal Comune, evitando dunque di attendere i tempi inevitabilmente più lunghi delle liquidazioni in denaro. Tale scelta è stata opzionata dalla maggior parte degli utenti. Le restanti richieste di rimborso - affermano Menna e Bosco - non giacciono in nessun cassetto, come dimostra la determina dirigenziale di liquidazione numero 830 del 1° dicembre 2020 che impegna 2663,50 euro a favore delle famiglie vastesi. I mandati di pagamento - annunciano sindaco e assessora - sono già pronti ed in questi giorni le famiglie riceveranno il rimborso. Stessa cosa dicasi per i centri estivi per i quali dopo l’avviso pubblico e la predisposizione dell’elenco beneficiari si sta procedendo in questi giorni ad inviare i pagamenti". 

 

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     

    Annunci di Lavoro

       
       
       
       
       
       
       
       
       

      Chiudi
      Chiudi