CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


2 marzo 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Vasto   Cronaca 23/01

La terza corsia dell’A14 ora è una priorità del ministero. Marsilio: "Passare subito all’azione"

Intesa tra Mit e Aspi per allargare le carreggiate da Ancona a Bari

A14: una delle interminabili code in Abruzzo nell'inverno 2019-2020La terza corsia dell'A14 è una priorità. Lo ha deciso il ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. "Ora subito un tavolo di confronto e partecipazione per non perdere un solo giorno di tempo", chiede il presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio

Il confronto tra il Mit e Autostrade per l'Italia si è concluso ieri sera con l'inserimento del tratto abruzzese dell'autostrada adriatica tra i primi da allargare e mettere in sicurezza per via del rischio incidenti e dei restringimenti che, tra il 2019 e il 2020, hanno causato code lunghissime.

"Dopo decenni di silenzio e disinteresse, la terza corsia, ormai dai più considerata un sogno da visionari poco realistico, entra pienamente nell'agenda delle infrastrutture strategiche", commenta Marsilio, che è anche coordinatore dell'Intesa per l'Adriatico centro-meridionale. "Chiederò al ministro Paola De Micheli di convocare subito un tavolo con le Regioni interessate e Aspi al Ministero", annuncia il governatore dell'Abruzzo. "Non bisogna dimenticare che l'inclusione della sezione Ancona-Bari nella Rete Core, come già approvata dal Parlamento europeo nell'ottobre 2015, obbliga Aspi e il governo italiano a realizzare la corsia entro il 2030". 

di Michele D’Annunzio (m.dannunzio@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     

    Annunci di Lavoro

       
       
       
       

      Chiudi
      Chiudi