Roma   Attualità 15/01

Indice Rt a 1,12: da domenica prossima l’Abruzzo torna arancione

Ristoranti e bar nuovamente chiusi

L'indice Rt a 1,12 fa tornare l'Abruzzo in zona arancione. È quanto comunicato dal ministro della Salute Roberto Speranza al presidente della Regione, Marco Marsilio. Il ritorno in questa zona, dovuto alla soglia più restrittiva approvata dal governo, comporterà quindi la nuova chiusura di bar e ristoranti (i bar potranno fare asporto fino alle 18) e l'impossibilità di spostamento tra Comuni.

Come l'Abruzzo, in arancione, da domenica 17 gennaio, tornano anche Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Marche, Piemonte, Puglia, Umbria e Valle D’Aosta; erano già dello stesso colore Calabria, Emilia-Romagna e Veneto. Lombardia, Sicilia e Provincia di Bolzano virano al rosso.
Quella di domani, quindi, resta l'ultima giornata in giallo in cui ristoranti e bar posso essere aperti fino alle 18.

"Il ministro Speranza mi ha appena comunicato che la Regione Abruzzo sarà arancione, come gran parte del territorio nazionale – dice Marsilio – Nonostante la Cabina di regia abbia registrato impatto basso, probabilità moderata, nessuna allerta, livello di rischio complessivo moderato, purtroppo l'indice RT a 1,12 (praticamente allineato alla media nazionale) porta l'Abruzzo in arancione a partire da domenica. Purtroppo la nuova soglia più restrittiva recentemente approvata dal Governo produce questo risultato. Torneranno quindi a chiudere bar e ristoranti, che potranno tornare a fare solo asporto. I bar con la nuova ulteriore limitazione fino alle ore 18. Per le scuole nessun cambiamento: continueranno a fare la didattica a distanza al 50% come avviene già da lunedì. Rinnovo con ancora maggior vigore la richiesta al Governo di fare presto con gli indennizzi, altrimenti queste nuove restrizioni rischiano di trasformarsi in una mazzata mortale per interi settori. Stesso discorso per la filiera del turismo invernale, colpito dallo spostamento al 15 febbraio della riapertura, cosa che per molti impianti vuol dire di fatto aver perso l'intera stagione o quasi".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     

    Annunci di Lavoro

       
       
       
       
       

      Chiudi
      Chiudi