A Chieti, Vasto e Lanciano screening di massa nell’ultimo fine settimana di gennaio - Covid-19, in Abruzzo i laboratori hanno scoperto casi di sospette varianti
CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


16 gennaio 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Vasto   Cronaca 13/01

A Chieti, Vasto e Lanciano screening di massa nell’ultimo fine settimana di gennaio

Covid-19, in Abruzzo i laboratori hanno scoperto casi di sospette varianti

Vasto: il drive-through allestito in via Conti RicciScreening di massa anche a Chieti, Vasto, Lanciano, Ortona, Francavilla al Mare e San Salvo.

Nell'ultimo fine settimana di gennaio i maggiori comuni della provincia, ma anche Guardiagrele, San Giovanni Teatino e l'Istituto alberghiero di Villa Santa Maria, saranno coinvolti dalla campagna di monitoraggio su vasta scala finalizzata a diagnosticare casi di Covid-19. Lo hanno deciso, in una videoconferenza, il prefetto di Chieti, Armando Forgione, il direttore generale della Asl, Thomas Schael, il questore, Annino Gargano, i comandanti provinciali di carabinieri e finanza, Alceo Greco e Serafino Fiore, il rettore dell'Università d'Annunzio, Sergio Caputi, i sindaci degli otto comuni considerati più a rischio, la dirigente dell'Ufficio scolastico regionale, Mariastella Fortunato, i rappresentanti della Regione, Silvio Liberatore e Morena Serafini, il direttore dell'Agenzia regionale della Protezione civile, Mauro Casinghini.

Le varianti - In Abruzzo sono state diagnosticate decine di casi di sospette varianti del Covid-19. Sono, secondo quanto riferisce l'Ansa, casi di persone risultate positive nello scorso dicembre. Sono il laboratorio di genetica molecolare dell'Università d'Annunzio di Chieti e L'Istituto zooprofilattico di Teramo a occuparsi di sequenziare il virus. 

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 

Chiudi
Chiudi