Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


11 aprile 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Vasto   Politica 06/01

Asilo Stella Maris, Suriani e Prospero: "Invece di assumere insegnanti, Bosco privatizza le scuole"

Botta e risposta tra i consiglieri di FdI e l’assessora alle Politiche scolastiche

Da sinistra: Vincenzo Suriani e Francesco Prospero (FdI)"Perché se il servizio verrà dato in gestione all'esterno e, se come dice lei la gara d'appalto non è stata fatta, nella determinazione dirigenziale  è scritto già il nome del vincitore?". Lo chiedono i consiglieri comunali Vincenzo Suriani e Francesco Prospero all'assessora alle Politiche scolastiche, Anna Bosco. Non si spegne il fuoco della polemica sull'affidamento a privati della gestione dell'asilo nido Stella Maris di Vasto Marina. 

I due rappresentanti di Fratelli d'Italia definiscono Bosco "assessore alle scuole private", che "si arrampica in una risposta astiosa e, come sempre quando viene colta in fallo, assolutamente priva di contenuti". Chiedono "perché è stato chiuso l’ultimo asilo pubblico di Vasto? Perche non sono state sostituite le maestre che progressivamente sono andate in pensione?".

Respingono l'accusa di aver sminuito il lavoro dei dipendenti municipali, affermando di essere rimasti "dal lato dove siamo sempre stati. A favore dei cittadini, a favore dei tanti dipendenti comunali che col loro lavoro danno onore e prestigio all'ente, a favore del servizio pubblico e contro le privatizzazioni elettorali.  La Bosco, invece di continuare a svendere, privatizzare le scuole per alcuni e affittare le aule ad altri - concludono Suriani e Prospero - spieghi nei fatti questa chiusura che è una sconfitta per tutti i cittadini e per tutte le famiglie di Vasto, e di Vasto Marina in particolare".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     
     
     
     
     

    Chiudi
    Chiudi