Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


30 luglio 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Gissi   Attualità 24/12/2020

A Gissi torna il Presepe Vivente: anche senza pubblico, un "messaggio di amore e speranza"

Il 16 dicembre, la XXIV edizione all’Istituto san Francesco

Ci sono tradizioni che il Covid non è riuscito a fermare. È il caso del Presepe vivente dell'Istituto san Francesco di Gissi, giunto alla XXIV edizione, e portato in scena dagli ospiti del Centro mercoledì 16 dicembre.

"Neanche la pandemia è stata in grado di fermare quello che è ritenuto uno dei momenti più forti, se non quello apicale, del percorso educativo-riabilitativo inerente la catechesi degli ospiti - commentano gli organizzatori -. Nonostante la forzata assenza del pubblico, si è scelto ugualmente di mettere in scena la rappresentazione solo per operatori ed ospiti. Si è ritenuto opportuno, nel difficile momento che stiamo vivendo, tra paure e distanze dagli affetti, ricreare l'atmosfera magica che si propaga dalle umili capanne all'interno della pineta".

"Ancora una volta - proseguono - San Francesco ha aiutato ospiti ed operatori, in virtù della rappresentazione intitolata Il Re poverello, che si ispira al primo presepe vivente di Greccio, a rivivere con intensità emotiva il messaggio di amore e di speranza che scaturisce dalla nascita di Gesù Bambino.
E, rispetto alle edizioni precedenti, quest'anno gli ospiti, oltre ad essere stati chiamati a interpretare i ruoli all'interno delle capanne e della drammatizzazione, sono stati gli spettatori privilegiati della manifestazione, in quanto hanno potuto, staccandosi dalle loro capanne, fare visita al presepe.
L'augurio è quello di poterci dare appuntamento con la popolazione per il prossimo anno. Dagli ospiti ed operatori del San Francesco gli auguri più sentiti di Buon Natale".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 
 
 
 
 
 

Necrologi


    Chiudi
    Chiudi