Occhi lucidi per il saluto al brigadiere Pierabella: alla famiglia l’abbraccio ideale dell’Arma - Le esequie del carabiniere vittima di complicanze causate dal Covid
CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


16 gennaio 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Vasto   Cronaca 20/12/2020

Occhi lucidi per il saluto al brigadiere Pierabella: alla famiglia l’abbraccio ideale dell’Arma

Le esequie del carabiniere vittima di complicanze causate dal Covid

Carlo PierabellaPer la Compagnia di Vasto, è un giorno di tristezza. La caserma di piazza Dalla Chiesa ha perso uno dei suoi militari migliori per professionalità e umanità.

Nel rispetto delle norme anti Covid, oggi i colleghi di Carlo Pierabella c'erano.

Chi non è riuscito a entrare in chiesa a causa degli ingressi contingentati per garantire il distanziamento interpersonale, ha aspettato fuori per dare l'ultimo saluto al brigadiere e unirsi in un abbraccio ideale alla moglie e ai due figli.

Il parroco di San Paolo Apostolo, don Gianni Sciorra, ha benedetto l'ultimo viaggio del carabiniere vittima di complicanze causate dal coronavirus.

Il 14 dicembre, con un aereo militare, era stato trasportato d'urgenza da Vasto a Catanzaro. Quattro giorni di ricovero nel capologo calabrese, ma non c'è stato nulla da fare. 

Durante e dopo le esequie, momenti di commozione per il comandante della Compagnia di Vasto, maggiore Amedeo Consales, e i militari che con Carlo hanno condiviso anni di lavoro nel segno della legalità. Non ha fatto mancare il suo sostegno il comandante provinciale dell'Arma, colonnello Alceo Greco.

Da Roma, due giorni fa, era stato il comandante generale, Giovanni Nistri, a diramare la notizia della prematura scomparsa del sottufficiale e a esprimere profondo cordoglio per il diciannovesimo carabiniere la cui vita è stata spezzata dal Covid-19. 

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 

Chiudi
Chiudi