Tre anni fa ci lasciava Guido Mazzetti. "Pensava prima agli amici e poi a se stesso" - Il ricordo del calciatore della Grande Pro Vasto e delegato della Lega di serie A
CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


15 gennaio 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Vasto   Sport 12/12/2020

Tre anni fa ci lasciava Guido Mazzetti. "Pensava prima agli amici e poi a se stesso"

Il ricordo del calciatore della Grande Pro Vasto e delegato della Lega di serie A

Guido Mazzetti"Sono trascorsi tre anni, ma è come se Guido Mazzetti fosse ancora insieme a noi". È il terzo anniversario della scomparsa del calciatore della Grande Pro Vasto degli anni Settanta e delegato della Lega calcio di serie A.  "Un amico indimenticabile. Per lui, venivano prima gli amici e poi se stesso", ricorda Massimo Di Lorenzo.

Nato nel 1950 a Formigine, in Emilia, Guido Mazzetti iniziò nel Modena la sua carriera da calciatore. Dopo due anni in serie B, il trasferimento a Vasto, nella durissima serie C unica.

Lui, che di opportunità di andarsene, per lanciarsi ai vertici del calcio, ne ebbe più di una, scelse Vasto come luogo della sua vita.

Terminata la carriera da giocatore, si buttò nel settore della ristorazione, aprendo Villa Vignola, il locale che si è identificato e continua a identificarsi col suo nome e con la sua cordialità. In questa intervista, rilasciata nel 2013 a Giuseppe Mancini, raccontò a Zonalocale carriera e scelte di vita: [LEGGI]. 

di Michele D’Annunzio (m.dannunzio@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 
 

Chiudi
Chiudi