Si è spento il professor Sabatini: "Il mondo culturale abruzzese perde una voce preziosa" - Da Casalanguida a Roma con la sua terra sempre nel cuore
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


20 gennaio 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Casalanguida   Personaggi 08/12/2020

Si è spento il professor Sabatini: "Il mondo culturale abruzzese perde una voce preziosa"

Da Casalanguida a Roma con la sua terra sempre nel cuore

Si è spento a 92 anni il professor Angelo Guido Sabatini. Nato a Casalanguida, da giovane si era trasferito a Roma dove, per tanti anni, ha insegnato filosofia politica all'Università Tor Vergata. Sabatini è stato una figura preziosa per il mondo culturale abruzzese ed italiano. È stato infatti presidente dell’Irrsae (Istituto regionale ricerca sperimentazione ed aggiornamento educativi) Abruzzo e nel 2002 ha ricevuto il premio internazionale Silone. Ha collaborato con testate giornalistiche e con la Rai. È stato segretario e poi presidente della Fondazione Giacomo Matteotti.

"L’Abruzzo perde una delle sue voci più autorevoli nel mondo della cultura - ha commentato il presidente della Regione, Marco Marsilio -. A nome mio e della giunta regionale esprimo il cordoglio per la scomparsa di Angelo Guido Sabatini".

Nel corso del tempo è sempre rimasto intenso il legame con la terra delle sue origini. "Fino a qualche anno fa - racconta il sindaco di Casalanguida, Luca Conti - tornava ogni estate. Era sempre presente negli eventi culturali e molto disponibile nei confronti della nostra comunità. Con lui se ne va un uomo di grande spessore e salutiamo un pezzo di storia del nostro paese". 

L'intervento del professor Sabatini, lo scorso giugno, per i 96 anni dall'assassinio di Giacomo Matteotti.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     

    Necrologi


      Chiudi
      Chiudi