"A riveder le stelle": al Teatro alla Scala, Maria Chiara Centorami "danza" con Nureyev - L’attrice vastese dà vita alle parole della "Lettera alla danza" del ballerino russo
CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


15 gennaio 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Vasto   Cultura 07/12/2020

"A riveder le stelle": al Teatro alla Scala, Maria Chiara Centorami "danza" con Nureyev

L’attrice vastese dà vita alle parole della "Lettera alla danza" del ballerino russo

Maria Chiara CentoramiSala vuota e luci spente, sul palco Maria Grazia Solano che, vestendo i panni di un'addetta ai lavori del teatro, intona l'Inno di Mameli. Si apre così "A riveder le stelle", serata di musica e danza in diretta Rai che sostituirà la prima nazionale del Teatro alla Scala di Milano [LEGGI].

Evento che, tra gli altri, vede la partecipazione dell'attrice vastese Maria Chiara Centorami che, insieme ad Alessandro Lussiana e Marouane Zotti, introduce la prima esibizione della serata. Ai tre attori è affidato un pensiero su società, singolarità, ideali umani e unione, perfettamente riassunto dalle parole del compianto Ezio Bosso: "Non si suona meglio per distruggere il nostro vicino, si suona meglio perché lui suoni meglio. Si è orgogliosi di chi suona meglio".

Da Verdi a Donizetti passando per Bizet e Čajkovskij, gli interpreti della musica lirica internazionale e le coreografie di grandi nomi della danza portano in scena i momenti più significativi delle arie di alcune opere. Ad introdurre le esibizioni, letture di grandi autori e interpretazioni dedicate a tematiche di attualità, affidate alla voce di nomi del teatro e del cinema italiano.

A Maria Chiara Centorami, affiancata anche in questa occasione da Lussiana e Zotti, il compito di dar vita alle parole della "Lettera alla danza" di Rudolf Nureyev, inno alla libertà, alla danza e alla vita.
"Se rincorriamo solo la meta e non comprendiamo il pieno ed unico piacere di muoverci, non comprendiamo la piena essenza della vita, dove il significato è nel suo divenire e non nell'apparire".

di Serena Smerilli (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 
 

Chiudi
Chiudi