Identificati i responsabili dei furti nelle aziende di Castiglione Messer Marino - I fatti risalgono al gennaio 2020
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


16 gennaio 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Identificati i responsabili dei furti nelle aziende di Castiglione Messer Marino

I fatti risalgono al gennaio 2020

Due persone di nazionalità straniera con precedenti, residenti nel Foggiano sono state denunciate dai carabinieri per furto ai danni di alcune aziende dell'Alto Vastese. I fatti si riferiscono al 12 gennaio 2020 quando, come spiegano i militari della compagnia di Atessa i due soggetti "sono entrati all’interno di alcune aziende della zona artigianale di Castiglione Messer Marino, tra le quali la ditta edile Eurocostruzioni e la Magnacca Infissi da dove avevano precendemente rubato diverso materiale e attrezzatura da lavoro per un valore di diverse migliaia di euro".

Secondo le indagini dei carabinieri della locale comandati dal maresciallo Francesco Tommasetti, "gli autori del reato hanno agito nella convinzione che le condizioni metereologiche avverse di quella notte, in particolare le temperature basse, la leggera nevicata in atto e la presenza di una coltre di nebbia, avrebbero permesso di agire indisturbati. Tuttavia non avevano calcolato alcuni imprevisti, come la presenza sul territorio di una pattuglia che stava effettuando un turno notturno, ma soprattutto il fatto che proprio a causa delle condizioni meteo difficili, un operaio della Eurocostruzioni, residente ad Isernia, aveva deciso di non tornare a casa ma di dormire all’interno dell’azienda. È stato lui a dare l’allarme al 112 quando ha capito che qualcuno era entrato nel perimetro dell’azienda tentando di prendere un furgone sul quale avevano già caricato la refurtiva proveniente da aziende limitrofe. L’arrivo dopo pochi minuti dei carabinieri ha indotto i ladri ad abbandonare il bottino e a dileguarsi nei vicini boschi per poi probabilmente essere recuperati da qualche complice".

"Le indagini, rese difficoltose dall'assenza nella zona di telecamere ad alta qualità, hanno avuto una svolta grazie allo scambio informativo con altri comandi dell’Arma anche di regioni limitrofe dove si erano verificati furti simili. Grazie all’acquisizione di importanti elementi investigativi confrontati con le immagini dei sistemi di video sorveglianza delle ditte interessate dai furti insieme  a un’accurata analisi di celle e tabulati telefonici di quella notte è stato possibile arrivare all’identificazione degli autori dei furti".

Entrambe le persone sono state denunciate alla Procura della Repubblica di Vasto per il reato di furto aggravato in concorso.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 

Necrologi


    Chiudi
    Chiudi