Revocata l’ordinanza, a Vasto Marina si può tornare a usare l’acqua per fini potabili - Si attende provvedimento simile a San Salvo
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


16 gennaio 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Vasto   Attualità 30/11/2020

Revocata l’ordinanza, a Vasto Marina si può tornare a usare l’acqua per fini potabili

Si attende provvedimento simile a San Salvo

L'impianto di depurazioneA Vasto Marina si può tornare a bere l'acqua del rubinetto e a usarla per scopi alimentari. Il sindaco Francesco Menna ha infatti revocato l'ordinanza del 26 novembre scorso che vietava in quella parte di territorio l'utilizzo della risorsa idrica a fini potabili. Gli esiti delle nuove analisi eseguite attestano valori conformi, quindi a Vasto Marina l'acqua può essere nuovamente utilizzata.

I valori anomali riscontrati nell'impianto di depurazione dell'Arap, secondo alcune indiscrezioni, sarebbero dovuti a uno scarico nelle acque superficiali del fiume Trigno nel tratto in cui, nei giorni scorsi, la Regione ha autorizzato il prelievo a causa dell'emergenza idrica.
Il disagio ha riguardato anche San Salvo Marina e la riviera di Montenero di Bisaccia. 

A San Salvo Marina è ancora in vigore l'ordinanza di divieto; si attende a breve analogo provvedimento di revoca da parte del sindaco Tiziana Magnacca.

AGGIORNAMENTO ORE 15.00 - Si torna al divieto di utilizzo dell'acqua >>> CLICCA QUI

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 

Chiudi
Chiudi